La bella signora immortalata nella foto che abbiamo pubblicato, arrivata questa mattina in città per sostenere il candidato a sindaco del “centrodestra” crotonese, qualche anno fa, lo ricordiamo per i più distratti ed ignari, affermò addirittura che materie come la storia e la geografía non fosse necessario studiarle e, su questa molto discutibile convinzione, costruí una “storica” riforma della scuola, poi votata da Lega e Pdl.

La signora nella foto pensó anche che in una classe potessero starci 35 studenti senza problemi e, su quest’altra assurda convinzione, costruí una riforma, poi votata da Lega e Pdl.

La signora della foto pensó inoltre che la scuola privata o paritaria meritasse piú della scuola pubblica e, su quest’altra perla di saggezza, costruí una riforma, poi votata da Lega e PdI.

L’indimenticabile ministra, pensó anche che bisognasse tagliare i finanziamenti alla scuola, e così tolse 8 miliardi dall’importo presente nella relativa voce di bilancio, impedendo per diversi anni qualsiasi investimento. Dai banchi all’edilizia scolastica. E introdusse tale taglio in una riforma poi votata da Lega e PdI.

La signora della foto, pensò anche che il personale della scuola fosse eccessivo, e cosi introdusse il blocco totale del turn-over e di nuove assunzioni per 10 anni, sempre all’interno di una riforma votata da Lega e FdI. Molto probabilmente la più disastrosa e peggiore riforma della scuola, nella storia della nostra Repubblica.

Se questi sono presupposti ed auspici, povera la nostra Crotone…

Tutto ciò naturalmente, per dovere di cronaca, e per non dimenticare la povera eredità che la signora di cui sopra ha purtroppo lasciato ai nostri figli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here