Bruciare un muro e con esso un manifesto elettorale…
Si, assistiamo anche a questo purtroppo. Ed in questi casi la politica, deve rimanere fuori. Ne va del buon senso, della buona educazione, e del rispetto, per le persone e per la città.

“Una campagna elettorale che invece di essere proposta ai Krotonesi con i programmi, si svolge dileggiando ora quel candidato e dopo un altro.img_0517.jpg

Sui social con facce anonime , firme false , scritti da terzi e firmati da poveri candidati innocenti che per accaparrarsi il potente di turno, firma e dice di più .

Ma prendersela con chi dà più di 20 anni mette non solo la faccia ma la propria professionalità a servizio della città, mi sembra troppo .

I candidati a sindaco dovrebbero gestire prima se stessi e dopo le proprie “truppe” . Questo naturalmente per chi vede i canditati come truppe cammellate o burattini.

Il rispetto e il confronto civile e costruttivo, deve il comandamento per questa campagna elettorale. Chiedo scusa per quanto accaduto ai condomini di Via Poggioreale 19, mia sede elettorale”.
Giovanni Capocasale

Krotone da Vivere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here