Alla fine la rivoluzione c’è stata.
Non quella che avevano paventato in molti, ma non tutti, all’interno del centrosinistra e del Pd in particolare.

Una rivoluzione al contrario, che assomiglia molto più ad una sorta di ammutinamento “scientifico”, quella che si è tristemente consumata in occasione di queste amministrative nel partito democratico crotonese, molto probabilmente organizzata e portata a compimento, da chi del partito, non si sentiva più “attore protagonista” da qualche mese ormai.

E quindi, evitando forse un copione già scritto, avrebbe fatto in modo che il nuovo film, non venisse mai girato.

Della serie: Muoia Sansone con tutti i Filistei.

Un atto politico freddo, calcolatore e molto discutibile, se tale fosse la nuda e cruda realtà dei fatti, e che si presterebbe a due diverse interpretazioni: gli artefici di questa disfatta, per sbarazzarsi di una candidata a sindaco imposta, e mai completamente accettata, pur di non perdere capra e cavoli, avrebbero deciso di dirottare i propri consensi elettorali altrove, magari in cambio di “futuri favori”, determinando in parte quindi, la sconfitta al ballottaggio.

Oppure, per i medesimi motivi di cui sopra, sapendo di andare incontro ad sconfitta certa, preferendo ripartire da zero, piuttosto che essere eliminati dalla candidata a sindaco qualora fosse stata eletta, avrebbero optato per una completa rifondazione del partito.

Un partito però, ormai molto diviso e soprattutto poco credibile, e che per rifarsi una “verginità politica”, dovrà faticare e non poco.

Voci interne, raccontano infatti di forti tensioni e spaccature in atto, fra i sostenitori di Rosanna Barbieri, che credevano fortemente di poter vincere, ed i quattro-cinque”vecchi” franchi tiratori, rei di aver contribuito ad una sconfitta per certi versi annunciata, ma non di simili dimensioni però.

Una cosa appare ormai certa, il Pd dovrà necessariamente e totalmente cambiare direzione. E forse, anche “domicilio”…

Non tutti i mali vengono per nuocere, oppure i mali nuoceranno ulteriormente?

I prossimi giorni, per le vicende del Pd locale, e le prossime settimane per quello regionale, diranno molto, e più nello specifico…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here