Diciotto nuove unità abitative, il recupero di altre sedici, un centro sociale, il recupero dell’area di pertinenza della scuola materna per svolgere attività ludiche all’aperto a Fondo Gesù

Sono alcuni degli interventi programmati dall’Amministrazione Comunale che sono stati oggetto della partecipazione al bando relativo al programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana per la sicurezza delle periferie.

Un bando emanato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 maggio 2016.

La proposta progettuale dell’amministrazione Pugliese è stata presentata questa mattina nella Sala Giunta dall’assessore ai Lavori Pubblici Tommaso Sinopoli.

Per i tempi ristretti che abbiamo avuto, considerato che ci siamo insediati alla fine di giugno abbiamo realizzato una progettazione che ci consente di dare una buona risposta non solo alla esigenza abitativa del quartiere Gesù ma anche al recupero della vivibilità del quartiere stesso” ha dichiarato l’assessore Sinopoli

C’è un altro aspetto che va considerato nella progettazione ed è quello relativo al co finanziamento da parte del Comune che, rispetto alle prescrizioni del bando, doveva essere almeno del 25%. Impegnarsi per oltre 1.350.000 € con propri fondi in un lasso di tempo così breve e senza bilancio non è cosa da poco” ha aggiunto l’assessore Sinopoli che ha precisato che la partecipazione al bando era una occasione imperdibile e che l’amministrazione non avrebbe disdegnato una partecipazione attiva al progetto da parte degli ordini professionali che non è tuttavia arrivata nemmeno a livello di segnalazione dell’esistenza di questa importante possibilità.

L’assessore Sinopoli ha poi illustrato nel dettaglio la progettazione.

Si tratta di quattro interventi per oltre cinque milioni di euro che prevedono:

un nuovo edificio che conterrà diciotto unità abitative dislocate su tre livelli per la cui costruzione sono previste tecniche di bioarchitettura, su principi del risparmio energetico e con l’impiego di sistemi di controllo affidati a dispositivi domotici. E l’utilizzo dell’energia solare attraverso elementi fotovoltaici integrati al sistema di copertura.

Il secondo intervento prevede il recupero di un edificio dislocato in IV traversa Grandi contenente sedici appartamenti funzionale a garantire l’abitabilità e la sicurezza della struttura.

Un terzo intervento riguarda la sistemazione dell’area di pertinenza della scuola materna che potrà essere utilizzata per svolgere all’aperto attività ludiche. Saranno inoltre create oasi di verde attrezzato con giochi ed alberature.

Il quarto ed ultimo intervento interessa un edificio pubblico residenziale in II trav. Grandi che sarà riconvertito per essere utilizzato come centro sociale favorendo così l’aggregazione dei residenti che allo stato non dispongono di nessuna struttura.

Dopo la presentazione si attende ora la valutazione della proposta progettuale del Comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here