Riceviamo e pubblichiamo

Questo nostro incontro con lei, il suo incontro con la comunità tutta che la ringrazia per quanto ha fatto nel corso della sua vita professionale non si esaurisce con la concessione della menzione speciale. Oggi è un inizio della nostra collaborazione.La città di Crotone ha bisogno delle sue migliori energie”

Lo ha affermato il sindaco Ugo Pugliese nel suo intervento nel corso della cerimonia di conferimento della menzione speciale, l’alta benemerenza della città di Crotone, alla professoressa Rosanna Iembo.

Matematica di grande e riconosciuta fama, recentemente premiata negli Stati Uniti per i suoi lavori legati all’universo pitagorico e nominata, lo ha rivelato lei stessa nel corso della cerimonia, Matematica d’America Life Time, a vita., la professoressa Iembo, pur girando il mondo per la sua professione non ha mai dimenticato le sue radici.

Così come non è stata dimenticata dalla sua città.

L’amministrazione le ha concesso la più alta onorificenza cittadina, la menzione, con provvedimento di Giunta Comunale.

Non una semplice delibera ma un modo di “legare il nome di Rosanna Iembo indissolubilmente alla storia della città di Crotone” ha detto la vice sindaco ed assessore alla Cultura Antonella Cosentino.

Oggi noi pensiamo ad una nuova comunità pitagorica, innovativa, che aiuti ad elaborare, ricercare e individuare nuove forme di comunicazione atte a rendere fruibile il sapere. Sono queste le ragioni per le quali le intelligenze, le professioni, i saperi avanzati sono chiamati a raccolta intono ad un progetto comune che è ridisegnare il futuro della città. Un comitato scientifico di cui proponiamo faccia parte la professoressa Iembo che affianchi l’amministrazione nell’azione e nelle scelte tese ad avviare il processo di rinnovamento della città anche attraverso la cultura” ha detto nel suo intervento l’assessore Cosentino.

Poi la cerimonia di conferimento con la pergamena che riporta il testo della delibera di concessione della menzione.

Il sindaco Pugliese ha fatto omaggio di un fascio di fiori la commossa professoressa Iembo.

Prima del suo intervento una sorpresa che le figlie, Miriam ed Irene, hanno voluto regalarle attraverso un concerto per violino dedicato alla loro mamma.

Poi la lectio magistralis della professoressa Iembo che ha incantato la platea con parole semplici ma espresse con il cuore che hanno fatto ancora di più apprezzare la grandezza di questa concittadina.

Intervento incentrato sulla figura di Pitagora, sugli studi che la stessa ha compiuto, dell’armonia del suo pensiero, della potenzialità che questa figura rappresenta per la città

Intervento concluso tra gli applausi dei presenti.

Ha moderato Francesco Vignis, portavoce del sindaco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here