​consigliere Bianchi, perché non convoca la Commissione Regolamento da tre mesi?

“È solo un problema tecnico. 

Le Commissioni hanno una funzione consultiva del Consiglio Comunale, se è richiesta, la consulenza è data. 

Nel nostro caso non è stata richiesta detta attività, e quindi non vi sono gli estremi per provocare una maggiore spesa pubblica. 

La disposizione relativa alla convocazione mensile in regolamento, presuppone sempre un oggetto ed una funzione, in mancanza della quale non si può pensare ad una convocazione di mera forma. 

La convocazione puo’ essere richiesta da vari soggetti e da diversi consiglieri. Occorre in ogni caso ricordare che la Commissione per il regolamento si occupa solo di questo, del regolamento”.

È un po’ di tempo che appare freddo e distaccato dalla sua maggioranza, perché?
Si sente forse trascurato o sminuito dai vertici?

“Sono a disposizione della mia maggioranza, non ho deciso io la composizione delle Commissioni, né le modalità di coinvolgimento. Nessun raffreddore!
E non esiste un vertice, perché per esserci esso presuppone una figura geometrica, che però non vedo”.

Come giudica il lavoro svolto dalla Giunta Pugliese in questo primo anno?

“È ancora presto per dare un giudizio, dobbiamo attendere”.

Potesse tornare indietro si ricandiderebbe?

“Mi sono candidato per la città, che merita ogni sforzo da parte di tutti noi.

Personalmente però, creerei un’assemblea dei cittadini per un costante aggiornamento politico e per la raccolta delle proposte dei cittadini, e coinvolgerei tutti i candidati al Consiglio comunale. 

Valorizzerei inoltre il Consiglio comunale che è il luogo dell’espressione democratica, perché sono convinto che pochi non riusciranno mai a migliorare le cose in città”.