Riceviamo e pubblichiamo

E’ stata uno dei momenti più importanti della storia della città. Adesso tutta la città riparte da questa straordinaria impresa”. Sono state le parole con le quali il sindaco Ugo Pugliese ha salutato i vertici del Crotone Calcio nella Sala Consiliare in occasione della cerimonia di ringraziamento per la salvezza ottenuta dalla squadra del presidente Vrenna.

Ed è certo che, se fosse stato possibile, nelle parole utilizzate per sottolineare questo momento storico, il sindaco Pugliese le lettere “A” le avrebbe pronunciate in “maiuscolo” ed in “grassetto”.

Una cerimonia semplice ma allo stesso tempo sentita dall’amministrazione Comunale e da tutta la comunità per esprimere gratitudine ad una società che ha saputo raggiungere un traguardo che sembrava difficile alla vigilia ed impossibile nel corso dello svolgimento del calendario.

Lo avevamo detto all’inizio del campionato: tutto può accadere. Ed è accaduto” ha detto ancora il sindaco Pugliese ringraziando il presidente Gianni Vrenna ed il direttore generale Raffaele Vrenna ai quali ha fatto omaggio di un’opera realizzata dal maestro orafo Gerardo Sacco e di una targa nella quale si evidenzia la tenacia e la passione della squadra.

Presente alla cerimonia anche il dirigente della squadra Raffaele Marino, la giunta comunale ed i consiglieri comunali oltre ad un numeroso pubblico di fede rossoblù

Altrettanto calorosi gli interventi del presidente del Consiglio Serafino Mauro che ha letto, tra l’altro, una lettera di una giovane tifosa crotonese e l’intervento dell’assessore allo Sport Giuseppe Frisenda il quale ha evidenziato come la squadra rossoblù rappresenti un esempio per i giovani e un biglietto da visita della città di Crotone.

Una squadra che ha saputo conquistare la simpatia del pubblico di tutta Italia e che il prossimo anno si presenta ai nastri di partenza del massimo campionato di calcio certa del calore del pubblico, autentico dodicesimo in campo

Poi la menzione speciale, la massima onorificenza cittadina, concessa al mister Davide Nicola, assente per motivi personali ma che attraverso il presidente Vrenna ha espresso gratitudine per il riconoscimento.

La menzione speciale è la benemerenza concessa a coloro che nell’ambito culturale, produttivo, sociale, del volontariato, sportivo che attraverso la propria attività apportano importanti contributi allo sviluppo del territorio della città di Crotone.

Nelle motivazioni del provvedimento si legge tra l’altro che la Serie “A” costituisceun patrimonio di Crotone e della Calabria tutta ed allo stesso tempo va evidenziata tutta la potenzialità che deriva dalla permanenza nella massima serie in termini di immagine, economici e sociali per la città di Crotone; che artefice di questo grande risultato, con la società ed i giocatori, è stato senza alcun dubbio l’allenatore Davide Nicola, esempio di professionalità che ha dimostrato grande attaccamento ai colori sociali ed alla città e che la città intende esprimere la propria sentita riconoscenza a Davide Nicola il cui tratto umano e professionale è un esempio per tutti.