​Riceviamo e pubblichiamo

Nella sala consiliare del Comune di Crotone si è svolta lunedì 26 giugno, al mattino, la conferenza stampa del Movimento 5stelle sul futuro dell’aeroporto di Crotone. 

Interventi delle deputate M5s Dalila Nesci e Federica Dieni, nonché dei consiglieri comunali M5s di Crotone, Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia. Sorgiovanni ha anticipato che «se Sacal ritarderà ancora l’apertura dello scalo, il Movimento 5stelle interrogherà il governo sulla grave inadempienza della società di gestione». Correggia ha detto che «intanto il Movimento proporrà subito alla Regione Calabria di attivare un servizio di trasporto dalla provincia crotonese all’aeroporto di Lamezia Terme, al fine di agevolare i passeggeri in questo momento». 

Dieni ha parlato dell’«elaborazione di un documento unitario, su impulso del Movimento 5stelle ma senza pretesa di paternità politica, da stilare insieme ai comitati per gli aeroporti di Crotone e Reggio Calabria e sottoporre alla rappresentanza parlamentare calabrese, al ministro Marco Minniti e ai sottosegretari Dorina Bianchi e Antonio Gentile, con l’obiettivo di avviare un’efficace concertazione istituzionale». Infine Nesci ha annunciato che il Movimento 5stelle «premerà per un incontro con il presidente di Sacal, Arturo de Felice, e con il governatore regionale, Mario Oliverio». «Dal primo – ha proseguito la parlamentare – intendiamo conoscere le attività e le intenzioni circa lo scalo crotonese. Al secondo proporremo un tavolo tecnico volto a individuare soluzioni di lungo respiro per il rilancio dell’aeroporto». «La Regione Calabria deve – per Nesci – investire ingenti risorse, che torneranno come indotto. Inoltre nella società di gestione dell’aeroporto crotonese dovrà esserci una rappresentanza forte degli enti pubblici e degli imprenditori locali, in modo da tutelare gli interessi del territorio»


Riceviamo e pubblichiamo

“Non possiamo che riconoscere ed apprezzare, con estrema sincerità, la posizione sulla vicenda dell’aeroporto espressa, questa mattina in conferenza stampa, dagli amici del Movimento 5 Stelle.

Con una presenza altamente qualificata, i “grillini” non si sono questa volta limitati a manifestare elementi polemici e di semplice protesta, ma hanno espresso una linea con una impostazione chiara e di grande utilità a sostegno della riapertura “dell’aeroporto dello Ionio”.

In primo luogo, Sacal risulta essere assegnataria provvisoria da parte dell’Enac della gestione dell’aeroporto di Crotone. La stessa Sacal, quindi, deve provvedere con immediatezza a fornire un preciso cronoprogramma con tempi certi e prospettive definitive.

In secondo luogo, la Regione Calabria non può più stare a guardare ma deve esercitare il ruolo e la funzione ineludibile di indirizzo e controllo sui risultati più volte annunciati ma ancora non realizzati, per quanto riguarda il nostro scalo.

La proposta dei 5 Stelle di far uscire dall’ambiguità sia l’Enac che il Ministero, che, ancora oggi, assumono comportamenti contradditori ed opposti ai propri pronunciamenti, corrisponde alla necessità di fare finalmente chiarezza.

Infine non si può che condividere che, su una tematica così importante e decisiva per le sorti del nostro territorio, si faccia ogni sforzo per venire ad un raccordo istituzionale e svolgere così un’azione sinergica e forte.

Ciò corrisponde a quanto da tempo va sostenendo la Prossima Crotone e le sue espressioni istituzionali che sulla prospettiva dell’aeroporto dello Ionio hanno sempre lavorato per unire e non dividere, e per ottenere risultati definitivi, in tempi rapidi, ed in grado di assicurare certezze, potenziamento e sviluppo per la nostra strategica infrastruttura”


.

Firmato

     LaProssimaCrotone


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here