​Vi proponiamo una significativa sintesi del chiaro e deciso intervento della consigliera regionale Flora Sculco, in occasione del Consiglio comunale straordinario per l’aeroporto di Crotone.

“Prendo purtroppo atto che non c’è la volontà di inserire l’aeroporto di Crotone nella geografia degli scali nazionali.

Quando invece esiste un elenco di cui Crotone fa parte a pieno titolo.

E allora, il presidente di Enac Riggio pensi solo a fare il suo dovere di servitore dello Stato, e non a cambiare le carte in tavola.

Enac ha concesso la gestione provvisoria degli aeroporti di Crotone e Reggio Calabria a Sacal nel febbraio scorso, che a sua volta deve aprire l’aeroporto di Crotone, senza se e senza ma.

Ma purtroppo, a distanza di quattro mesi, e a stagione estiva già iniziata, è ancora chiuso.

Non era questo l’obiettivo?

Anche la Regione tuttavia deve fare la sua parte, perché in questa vicenda, non può venire meno il ruolo di regia del governo regionale.

Ma per la Regione però ci sono


 figli e figliastri, è generosa con altri ma non con Crotone.

Quando invece i calabresi hanno eguali diritti, ovunque essi risiedano.

Quindi, solo con la sinergia da parte di tutti torneremo a volare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here