La notizia, che attende solo i crismi della ufficialità, è di quelle da ricordare.

Soprattutto per lui, Enzo Sculco, leader della Prossima Crotone che, stando a quanto è trapelato nelle ultime ore, a seguito della sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro, con effetto retroattivo, quindi dal novembre del 2013, potrebbe tornare a frequentare i pubblici uffici, nella sua più completa libertà ed efficienza.

Al “Grande Black” infatti, sarebbero state cancellate le pene accessorie a suo carico, fra le quali l’interdizione dai pubblici uffici.

A questo punto, non è difficile immaginare un ritorno attivo e diretto di Enzo Sculco nel mondo della politica.

Il suo mondo.

Sarà comunque lo stesso carismatico leader della coalizione che ha vinto le ultime amministrative crotonesi, a parlare di ciò che è stato, ma soprattutto di cosa sarà il suo futuro, e quello della sua coalizione, in una specifica e dettagliata conferenza stampa che si consumerà fra pochi giorni.

Giorni molto importanti, essenziali, che Enzo Sculco dedicherà sicuramente ad una certa tranquillità e serenità finalmente ritrovate, alla sua famiglia, ma anche ad una attenta e profonda riflessione, che lo porterà a decidere e determinarsi sull’effettiva probabilità di tornare a fare politica personalmente, e in piena efficienza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here