Ore 17.17 di sabato 26 agosto 2017.

Spiaggia e campi da gioco: vuoti.

Questo è quanto.

Fino a quando dati ufficiali dimostreranno il contrario.

E la foto, reale ed impietosa ci dice purtroppo che il vento di solito soffia sulle vele, ma quando all’improvviso cala, la vela inevitabilmente si sgonfia…

Parliamo di una tappa, l’ultima di un tour di beach volley,   “spacciata” forse troppo superficialmente per finale, dagli imp-avidi e coraggiosi organizzatori dell’evento…

Molto probabilmente, per evitare figuracce, o il solito gioco di prestigio “gonfia presenze”, sarebbe stato più opportuno evitare di annunciare alla città magnifici e pomposi eventi, solo per acquistare immagine e consensi personali, solo apparentemente sterili e senza effettiva sostanza.

La cronaca dice che è stata rinviata la partenza delle partite in programma, in quanto il tabellone beach femminile ha registrato la iscrizione di sole 7 coppie . 

Di queste, solo le prime 4 coppie ,che hanno punti in classifica, giocheranno solo domenica, cioè oggi.

Per il tabellone maschile si sono invece iscritte solo 12 coppie, di cui solo 4 hanno punti in classifica ed hanno giocato solo nella serata di sabato.

Grande e palpabile la delusione del pochissimo pubblico accorso in spiaggia per “ammirare” le annunciate partite di beach volley.

Non vogliamo fare i moralisti a tutti i costi, o accusare questo o quello, ma constatare però che le brutte figure o presunte tali si accettano anche per “amore” dei contributi degli sponsor, che vengono abilmente sfruttati per eventi “specchietto”, che molto spesso provocano soltanto delusione e malcontento.

Per ciò che avrebbe dovuto essere, e non è stato.

Si mormora che, all’ombra di club molto noti a Crotone, ne stia nascendo un’altro: più nutrito, allargato, (anche politicamente), convinto e molto ambizioso.

Con le spalle alla città, lo sguardo verso il mare, ma direzione porto: turistico e commerciale…

Sarebbero “allocati” da quelle parti infatti, appetiti e interessi di molti…

Grandi, grossi, vaccinati e “votati”, dicono, al futuro e allo sviluppo della città…

Non vorremmo aver sbagliato sogno, ma ci siamo svegliati, e mi sa tanto che è tutto vero…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here