Riceviamo e pubblichiamo

​CIRCOLO CITTADINO CROTONE “PASQUALE SENATORE”

Crotone, lì 04.10.2017


Una bufera quella che si è verificata al comune di Crotone dopo la lettera dei sei consiglieri di maggioranza con la quale chiedono al Sindaco Pugliese di azzerare la giunta. Una bufera non 

inattesa ma annunciata già dalla sera in cui si chiusero le urne che decretarono la vittoria dell’ammucchiata “sculchiana”. 

Noi di “Fratelli d’Italia – AN”, pur con tutte le riserve che il caso richiede, accogliamo con favore il ravvedimento dei sei della maggioranza, i quali non fanno altro che confermare quanto stiamo ormai ripetendo da tempo. Rimaniamo, quindi, in trepida attesa, aspettandoci 

una reazione concreta anche dal fin qui fallimentare Sindaco Pugliese, altrimenti vorrà dire che la montagna avrà partorito il topolino e che tutta questa storiella è stata solo un gioco di società stimolante ma poco produttivo. Lo scoglio da superare sarà duro, la “premiata ditta 

Sculco & figlia” non consentirà che a muovere i “fili” siano altri, perché, come intonava il cantautore: “ è Mangiafuoco che comanda e fa ballare i burattini.” 

Tutto questo si sta consumando all’interno del palazzo comunale.

Fuori, invece, c’è una città che piange, ridotta ad un “lazzaretto “ di manzoniana memoria, 

isolata dal resto d’Italia e dalla stessa Calabria, una città alla quale non sono bastate le gentili concessioni di “madre natura”, costretta a subire la violenza da parte di chi ne vorrebbe fare un “feudo” da tramandare da padre in figlio (a). 

Per questa ragione “Fratelli D’Italia – AN” si augura che ci sia un seguito positivo alla clamorosa richiesta dei sei consiglieri di maggioranza. Non si augura invece che questa coraggiosa presa di posizione finisca come il detto popolare che riguarda “i pifferi di montagna” i quali, andarono per suonare ed invece furono suonati.

IL CIRCOLO CITTADINO-CROTONE