Riceviamo e pubblichiamo

CROTONE – Che i cittadini si facciano sentire dalle istituzioni e dalla politica è sempre positivo. Anche questa è partecipazione.

L’aeroporto di Crotone, in quest’ultimo anno, è stato il ring su cui Oliverio e Sculco hanno fatto finta di scontrarsi. L’ottusità di proseguire il persorso, iniziato dalla Giunta Vallone, con la Sagas, i ricorsi ed i tira e molla, ne hanno prolungato la chiusura senza aggiungere alcun valore aggiunto ma, anzi, con inutili costi che ricadranno sul Comune.

Correggia dichiara: “Come sempre ribadito, il M5S  è per la gestione unitaria dei tre scali aeroportuali Calabresi. I tre aeroporti, per essere valore aggiunto per la regione, devono lavorare in sinergia e non in concorrenza tra loro”.

In questi 12 mesi, non abbiamo sentito nulla in merito ai piani industriali. Cosa dovrà essere l’aeroporto Sant’Anna per Crotone e la Calabria?

Correggia conclude: “Noi vorremmo <<un aeroporto per restare a Crotone>>, un aeroporto che non sia una via di fuga. Vorremmo un aeroporto che faccia crescere Crotone, ad esempio, aprendo a collegamenti internazionali oltre i balcani e con il nord europa. L’aeroporto deve essere quel ponte per stabilire nuovi rapporti commerciali e far crescere turisticamente la costa ionica calabrese. Purtroppo questa classe politica continua a dimostrare di essere interessata più alle poltrone ed i propri interessi che quelli dei cittadini e del territorio”.

Andrea Correggia

portavoce del

MoVimento 5 Stelle Crotone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here