“Tanta, coinvolgente, emozionante la commozione 

che abbiamo vissuto in piazza Pitagora, tutti insieme, per stringerci attorno alla famiglia di Giuseppe, e ricordare un nostro giovane ed esemplare cittadino, strappato alla vita brutalmente e precocemente.

E la Crotone civile è scesa in piazza in gran numero, proprio per richiamare l’attenzione delle forze dell’ordine ad un maggiore controllo del nostro territorio.

L’aver vissuto un momento di forte unità, che ha coinvolto e percorso una intera comunità, in piazza con grande e sentita partecipazione, rappresenta un forte segnale per tutti noi, e per chi è impegnato quotidianamente nel controllo e presidio del territorio.

A loro va il nostro invito a compiere un’ulteriore sforzo, affinché tutti noi si possa vivere con più serenità e sicurezza, proprio per evitare che tragedie come questa abbiano a ripetersi.

Ho avuto modo di incontrare Giuseppe il 23 dicembre scorso, in occasione di una festa di compleanno, in un ristorante dove svolgeva saltuariamente la sua attività.

Giuseppe, l’emblema del ragazzo crotonese modello, lavorava e studiava con grande impegno e fiducia, ebbene, è proprio nei confronti di questi giovani che dobbiamo dedicare il nostro tempo ed impegno, in favore della loro crescita umana e professionale.

E bene ha fatto il sindaco della città, a proclamare il lutto cittadino nel giorno del funerale di Giuseppe, mercoledi 17 gennaio, dando un chiaro e forte segnale di partecipazione dell’intera comunità crotonese”.

Flora Sculco