I si dice, si sente e si mormora, stanno per trasformarsi in realtà.

Non tutti naturalmente, ma ormai, a soli due giorni dalla presentazione delle liste per le prossime politiche, tutti i cerchi, anche quelli più lunghi, stanno per chiudersi.

E non senza sorprese e colpi di scena.

A Crotone purtroppo, se il dato attuale lo si legge dal punto di vista strettamente campanilistico e di reale opportunità, il presunto resoconto dei candidati nel collegio che ci riguarda, è negativo e piuttosto sconfortante.

Nessun rappresentante crotonese infatti, figura al momento fra i candidati a Camera e Senato.

Il centrodestra affiderà le sue chanche ad un esponente della Lega.

Si, avete capito bene, la Lega ex Nord di Matteo Salvini, molto probabilmente con il segretario regionale del partito.

Una scelta che, diciamocelo francamente, va contro ogni linea e logica politica che si rispetti, sancendo di fatto “la sconfitta” dei restanti partiti del centrodestra crotonese, Forza Italia in primis.

Di crotonesi pentastellati neanche l’ombra, mentre per quanto concerne al Pd, nelle ultime ore sembrerebbero essere addirittura in rialzo le quotazioni del sottosegretario Dorina Bianchi e del solito Nicodemo Oliverio.

La parlamentare crotonese non conferma, ma neanche smentisce.

E stando ai fatti, potrebbe paradossalmente trasformarsi nel quotato politico nazionale che proprio Flora Sculco aveva chiesto qualche giorno fa al segretario del Pd Matteo Renzi, richiamando l’attenzione del segretario del Pd su Crotone.

Che allo stato però non c’è stata.

Siamo forse figli di un Dio politico minore? Molto probabilmente si.

Nel frattempo però, non casualmente, una importante e partecipata riunione di coalizione, presenti sindaco e Giunta comunale al completo, si è consumata ieri in via Firenze.

Molto plausibilmente ed anche opportunamente, si sta già pensando alle operazioni politico-amministrative per il prossimo futuro.

Quali? Regione prima e Comune a ruota. O viceversa.

Si sarebbe discusso di staff, organizzazione interna al Comune, e soprattutto del progetto Crotone che, a questo punto, diventa prioritario e fondamentale.

Sotto tutti i punti di vista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here