” È un vile atto intimidatorio, quello perpetrato nei confronti di Santino Scalise, amministratore di opposizione al Comune di Petilia Policastro, e nostro candidato alle ultime RSU. 

Lo spregevole atto, così come la scelta della devastazione degli ulivi, oramai diventata consuetudine per quel territorio, è quasi sicuramente riconducibile alle sue attività politiche nel territorio di Petilia. 

Forza e coraggio compagno Scalise, siamo tutti vicini a te ed alla tua famiglia.

In fondo tutti quegli alberi di ulivo recisi non valgono un millesimo della tua dignità e, ne siamo certi, non arresteranno la tua azione quotidiana sempre a difesa delle regole, della trasparenza, e della tutela dei più bisognosi”.

Cgil e Fp-Cgil Crotone