“Domenica 1 luglio 2018.

Il giorno del mio compleanno.

Mi è arrivato solo oggi il tuo messaggio, perché è così che funziona ormai tra di noi…

Sono stata male oggi…

Io e te, con i ragazzi, condividevano tutti i nostri momenti, e tu oggi saresti stato qui con me a prendermi in giro, con quel tuo bel sorriso…Unico.

Un’amica mi ha detto, “ho sognato Giuseppe, lui vuole che tu festeggi il tuo compleanno stasera, lui ci sarà”. 

Ma io non ho capito.

Poi un altro messaggio vocale di un amico., “fai ancora in tempo a festeggiarlo insieme a lui”, é li ho capito che eri tu…IL NOSTRO LEGAME NON SI È MAI SPEZZATO…

E cosi ho fatto. Io, tu e una torta con il numero 18…

Certo soffro perché non ti vedo più…ma ti riconosco negli sguardi degli altri..nei sorrisi…nelle frasi…

Non posso toccarti ed abbracciarti, ma sono certa che lo fai tu…

Quando sento quel brivido che mi stringe il cuore e che mi da un senso di pace..ma ho imparato ad addormentarmi con il tuo pensiero, e così nei sogni, posso sperare di abbracciarti, amore mio…

Ti ho visto e abbracciato tre volte da quando sei rinato nell’altra vita, ma ti sento e ti riconosco nei tanti segnali che mi lasci, nei cuori che trovo dappertutto quando vuoi dirmi qualcosa, nelle piume quando ho i miei momenti di sconforto. 

Nella nostra canzone, che ascolto all’improvviso quando chiedo una risposta, per farmi capire che non è tutto perso…che ci sei..

Chi ha perso una persona cara lo sa….

So che vuoi a tutti i costi rassicurarmi…perché tu sai quanto è difficile per me…tu per me eri tutto..sei stato un bravo figlio..

Non smetterò mai  di benedirti per i 18 anni meravigliosi che mi dato, e di offrirti al Signore e di chiedere alla Madonna di accarezzarti al posto mio.

Mi manca tutto di te..le nostre battute, i tuoi sorrisi, i nostri balli, le tue coccole…i tuoi abbracci lunghi..le tue telefonate, giusto per sapere dove ero, come stavo e se avevo bisogno di aiuto per la spesa…

Mi dicevi sempre “MAMMA NON MOLLARE MAI, A TUTTO C’È UNA SOLUZIONE..VEDRAI”

Ma quel giorno per te la soluzione non c’è stata…

È entrato lui e ti ha strappato a me per sempre, in un attimo..

Ancora oggi ho quella terribile immagine davanti ai miei occhi….ma tu non mi hai mai abbandonata…

Anche da lassu mi proteggi e mi precedi in tutto cio che faccio..ed io ti sento…poi spesso quando prego il Rosario per la salvezza delle anime….e quando metto la tua foto sotto il cuscino e chiedo a mamma Natuzza e a Padre Pio che vorrei incontrarti…

Loro a volte mi accontentano e ti accompagnano da me..nei miei sogni…..e li tu mi dici tante cose…le nostre lunghe chiacchierate….dove tu mi racconti cio che fai…

Si, ho capito esiste un altra vita ..un’altra dimensione parallela alla nostra, dove tu che sei un martire stai  bene…tu mi vedi….ma non puoi parlare, perche sei fatto di luce e puoi fare le cose con la forza del pensiero…

Ma la cosa piu bella è quando mi consigli…

Non mi hai mai lasciato…fisicamente non ci sei più…ma tu vivi dentro di me..e quando ti sento parlare al mio cuore…sei li….che mi guidi..

Si ho capito, penserò al piccolo e gli daro un bacio…da parte tua…ti ho visto sorridere tante volte nei miei sogni…so che stai bene e che ti basta GESÙ…io so che tu sei vivo..che niente è tutto perso…ed ASPETTERÒ come dici tu di ricongiungermi a te nella vera vita… per poterti riabbracciare e continuare il nostro cammino insieme…

Tu vivi in noi, tutti i nostri cari lo fanno, ma tu sei speciale…hai creato subito questo ponte tra il cielo e la terra, per raggiungere la tua famiglia e continuare proteggerci….come hai fatto fino a dare la tua vita per noi…il 13.01.2018…

Noi ti amiamo più di prima e non ti dimenticheremo mai…”

Caterina Villirillo