Ai rappresentanti provinciali di Cinque Stelle e Lega, più il “rinforzino” nazionale costituito dalla deputata Barbuto, evidentemente per partito preso, o per motivi che al momento ignoriamo, proprio non andrebbe giù che l’infaticabile Leo Pedace, sia e faccia l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Patrimonio, Protezione Civile, Accatastamenti, Innovazione Tecnologica, Energia e Risparmio Energetico e Demanio.

Le ultime indiscrezioni infatti, dicono che Cerrelli&company starebbero “indagando” sulle presunte incompatibilità ed inconferibilita di Pedace, rispettivamente legate all’attuale incarico di assessore comunale ed alla precedente carica di presidente di Crotone Sviluppo.

Secondo quanto si apprende, i vizi rilevati, potrebbero riguardare la presenza in Consiglio comunale del fratello, (?), e la procedura seguita dal neo assessore, nelle vesti di ex presidente della partecipata Crotone Sviluppo.

Doveroso aggiungere che secondo la segreteria e gli uffici amministrativi del Comune di Crotone, il problema non sussiste.

Sarebbe infatti un errore di valutazione imperdonabile, se cosi non fosse.

Non ci resta che attendere.