Vita reale. 

Vita quotidiana, dura, triste, buia e avvilente. 

Speranze uccise, emozioni ormai spente, e buchi ovunque…

Quasi incolmabili. Unica luce.

Non è un alibi.

La città, una panchina, in pieno giorno, una “fredda” domenica d’estate, la passiva e malinconica solitudine di due ragazzi, forse e soltanto malati di vita. 

E soprattutto, la preoccupante e complice indifferenza di chi sa solo giudicare…

Crotone, purtroppo, gia provata e segnata da mille problemi e criticità, è anche questa.