“Oggi aspettiamo la fine di questa

lunga vicenda, e le premesse affinché si concluda nel migliore dei modi ci sono tutte.

Le condizioni per rivendicare la nostra richiesta ci sono, tant’è che la richiesta del fabbisogno di prestazioni da parte dell’Asp di Crotone era stata inoltrata.

E tutto ciò Scura non può disconoscerlo.

Adesso entrano in gioco moralità e dignità di tutti gli attori coinvolti in questa vicenda, che se dopo l’incontro in Prefettura non arriverà a conclusione, ci vedrà costretti a proseguire la nostra protesta a Roma”.

Così Massimo Marrelli, in attesa della riunione convocata dal Prefetto di Crotone Cosima Di Stani, (ancora in corso) alla quale parteciperà anche il commissario alla sanità Massimo Scura (bocciati dal Tar di Catanzaro i suoi due decreti del 2018) ed il direttore generale dell’Asp Sergio Arena.