In attesa del bel gioco, (c’è ancora tempo e possibilità), arrivano i tre punti: attesi, preziosi ed importantissimi.

Per ovvi e diversi motivi, di panchina, di classifica e soprattutto di morale.

Una vittoria, quella conquistata allo Scida contro il Padova, che consegna alla squadra di Stroppa soddisfazione, sollievo, e la giusta e necessaria serenità per il proseguo del campionato, e nello specifico in vista della seconda gara casalinga consecutiva, quella di domenica prossima contro la Salernitana.

La prima frazione di gioco mette in mostra un Crotone lento, poco bello, ma concreto.

Padova di Iachini invece più intraprendente, ma non fortunato nelle diverse occasioni da rete costruite.

12′: Cross perfetto di Martella dalla sinistra ed incornata vincente dell’argentino Spinelli, 1-0.

63′: pareggio più che meritato del Padova con Bonazzoli, che con un preciso sinistro batte Cordaz da posizione molto agevole. 1-1

Stroppa cambia.

Dentro Stojan e Simy, e Crotone subito più vivace e pericoloso con Budimir e Rhoden. E infatti i rossoblu ritrovano il vantaggio con Firenze, molto lesto a mettere dentro un pallone vagante in piena area di rigore. Siamo al 75′.

Padova che resta anche in dieci uomini per l’espulsione di Della Rocca, doppia ammonizione, e Crotone che riesce a gestire la gara con più sicurezza e tranquillità.

Quattro i minuti di recupero, ma il risultato non cambia più: 2-1