Nell’ambito dell’operazione interforze denominata Jonny coordinata dalla Procura Antimafia, fra i 65 imputati che hanno scelto il rito abbreviato e condannati quest’oggi dal Gup Distrettuale di Catanzaro, (640 anni complessivi), c’è anche l’ex Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, che dovrà scontare 17 anni di reclusione (richiesti 20 anni).

Sacco, già detenuto nel carcere di Rebibbia, condannato anche per associazione mafiosa è stato infatti ritenuto il maggiore responsabile delle attività criminali e del rapporto che lo legava al clan Arena, pesantemente colpito dalle condanne emesse oggi, avrebbe girato al clan ingenti somme di denaro destinate al CARA di S.Anna.