Nell’ambito del Piano denominato “Pulire per Stupire”, che culminerà con la messa a regime definitiva della raccolta differenziata, Akrea si porta avanti col lavoro.

La partecipata del Comune di Crotone infatti, ha ritenuto opportuno assumere altre 12 unità (ex Akros) per un periodo di quattro mesi, con il compito di potenziare il servizio di raccolta dei rifiuti soprattutto nel centro città e lungomare, seguendo le direttive del “Piano per l’Estate”.

In base alle esigenze, si lavorerà soprattutto sulle modalità di deposito e sistemazione dei cartoni, della carta, dell’umido e della plastica.

Un primo step sicuramente propedeutico a ciò che sarà fra qualche mese, non appena si verificheranno tutte le condizioni necessarie a completare la raccolta differenziata.

Molto importante ed essenziale intanto, che tutti i cittadini inizino a comprendere che cos’è e soprattutto cosa significa fare quotidianamente la raccolta differenziata.

Perché diciamocelo, annunci, proclami, facili critiche e strumentali polemiche a parte, a Crotone la raccolta differenziata la conosciamo poco, e molto probabilmente molti di noi non la desidera neanche.

Ma da qualche parte però bisogna iniziare, e anche presto.