Due foto. Chiare e molto eloquenti.

Nella prima è raffigurata una delle tante spiagge italiane, dove sono presenti le passerelle che permettono ai disabili di raggiungere il mare senza alcun impedimento o problema.

Come è giusto che sia.

Nell’altra invece, un tratto della costa crotonese, dove purtroppo non vi è una spiaggia libera attrezzata e dotata di passerella per disabili.

Negligenza, superficialità o assoluta leggerezza?

Fatto sta che, in attesa di capire a cosa dobbiamo tale mancanza amministrativa, prendiamo atto che per i disabili che vivono nella nostra città, il mare è quasi un’utopia.

E pensare che il problema potrebbe essere risolto con poco, cioè dotando le spiagge libere di una normale passerella che consenta ai disabili di poter tranquillamente raggiungere il bagnasciuga, e godere dei benefici del mare durante la bella stagione, come chiunque.

P.S. Tale segnalazione è riferita agli spazi balneari liberi, e dunque accessibili a tutti, e non alla realizzazione del prossimo Lido Comunale che, dopo l’espletamento di un avviso pubblico ancora in corso, dovrebbe ospitare 20 disabili.