Il primo Consiglio comunale post azzeramento della Giunta Pugliese, a meno di clamorosi cambiamenti, in programma questo pomeriggio alle ore 18.00, non si terrà.

Tutto rimandato a domani.

Per farla breve, e per tornare ad essere degna di questo nome, la nuova maggioranza infatti dovrà necessariamente attendere domani, allorquando con il Consiglio in seconda convocazione, potrà finalmente contare sul numero legale, e di conseguenza del prezioso apporto dei nuovi quattro consiglieri comunali freschi freschi di surroga, (Esposito, D’Agostino, Luly e Riganello), che entreranno in aula a Consiglio iniziato, e che mai come in questa delicata e convulsa fase politico-amministrativa, avranno “sulle spalle” una responsabilità non indifferente.

Tornando ad oggi pomeriggio, a parte la minoranza, non saranno presenti in aula due consiglieri di maggioranza con “regolare giustificazione”, ovviamente i gruppi consiliari che si sono ormai ufficialmente dissociati da questo governo comunale, ma anche quei consiglieri del PD che in più di una occasione hanno invece permesso che il Consiglio potesse svolgersi. E non solo.

Atto quest’ultimo, che allo stato naturalmente non riveste nessun significato politico.

Se opposizione sarà infatti, lo scopriremo solo più avanti, così come le effettive intenzioni di un Consiglio comunale ancora politicamente piuttosto frammentato, e psicologicamente precario.