CROTONE-VENEZIA 3-2

CROTONE: 1 Cordaz, 5 Golemic, 8 Spolli, 10 Benali, 14 Crociata, 17 Molina, 18 Barberis, 23 Mazzotta, 25 Simy, 30 Messias, 34 Marrone. A disp.: 12 Figliuzzi (GK), 22 Festa (GK), 3 Cuomo, 7 Mustacchio, 9 Nalini, 11 Vido, 13 Bellodi, 19 Gomelt, 21 Zanellato, 24 Rodio, 28 Rutten. All. Stroppa

VENEZIA: 12 Lezzerini, 2 Fiordaliso, 9 Montalto, 10 Aramu, 13 Modolo, 16 Fiordilino, 21 Cremonesi, 23 Maleh, 25 Lollo, 28 Capello, 32 Ceccaroni. A disp.: 1 Bertinato (GK), 3 Casale, 4 Zuculini, 5 Vacca, 6 Suciu, 8 Caligara, 11 Gavioli, 17 Zigoni, 20 Di Mariano, 24 Bocalon, 30 Simeoni, 33 Lakicevic. All. Dionisi

Una doppietta del solito Simy ed una rete di Golemic, quella decisiva, regalano al Crotone tre meritati punti e soprattutto la vetta della classifica del campionato di Serie B, (primo in virtù della migliore differenza reti), in coabitazione con il Benevento.

Gara spettacolare e molto ben giocata da entrambe le squadre quella vista oggi pomeriggio allo Scida, dove a prevalere alla fine di un match vibrante ed incerto, è stata però la grande volontà ed il maggior carattere dei rossoblù di Stroppa, che anche dopo aver subito il ritorno di un ottimo Venezia, non hanno mai smesso di crederci.

La rabbiosa e liberatoria esultanza di Giovanni Stroppa al termine del quarto minuto di recupero infatti, è tutto un programma, e soprattutto la fotografia e la perfetta sintesi di questo Crotone sempre più protagonista.