Terminerà di fatto nella giornata di oggi, dopo quasi tre anni e mezzo di governo, l’esperienza amministrativa Ugo Pugliese.

L’ormai ex sindaco di Crotone infatti, tornato in città dopo la revoca del divieto di dimora, rotti gli indugi, rassegnerà ufficialmente le dimissioni dalla sua carica di primo cittadino.

Nei venti giorni successivi poi, a seguito della sua decisione, decadranno anche i consiglieri comunali e Giunta, sarà nominato un Commissario da parte della Prefettura di Crotone, che gestirà il Comune fino al prossimo turno elettorale, che dovrebbe essere fissato fra aprile e maggio 2020.

Questo è quanto, e per ora.

Mesi molto “caldi” e movimentati attendono intanto Crotone, sotto tutti i punti di vista.

Prima delle prossime amministrative infatti, fra poco più di due mesi, si tornerà alle urne per eleggere presidente e consiglieri regionali.

Un appuntamento molto importante che condizionerà non poco, politicamente, candidature e schieramenti per le elezioni comunali che verranno.

Intanto ciò che resta, inevitabilmente, fra cose buone e altre meno buone prodotte in questa legislatura, vicende amministrative ed extra, conferme, delusioni, fughe anticipate e tradimenti, è il dubbio, misto a tanta amarezza, di quanto avrebbe potuto essere e non è stato.

Troppo facile in questa convulsa e delicata fase, “far finta di niente”, lasciarsi andare a facili e comodi giudizi di dissenso e condanna a prescindere, e forse anche troppo sommari.

Perché il tempo poi, come spesso accade, nella vita e quindi anche in politica, cancella tutto con un colpo di spugna, restituendo a chi ha ingiustamente tolto, e riprendendo a chi ha invece avuto senza aver meritato.

Basta solo aspettare.