Riceviamo e pubblichiamo

Oltre 3000 firme raccolte e inviate al commissario alla sanità Gen. Cotticelli per chiedere la modifica del DCA n.164/2018 così da consentire l’accesso alle terapie onco-ematologiche anche presso l’ospedale di Crotone, tremila firme che avrebbero dovuto smuovere qualcosa.
Ma oggi denunciamo il silenzio inaccettabile del commissario che ad oltre un mese di distanza dall’invio della richiesta non ha inteso rispondere in alcun modo ai cittadini del crotonese e quindi ai calabresi.
Un silenzio inaccettabile perché colpisce la parte più fragile della società: gli ammalati!
Ignorare una così forte richiesta di tutela, una così forte e pressante esigenza di assistenza sanitaria degna e dignitosa, da parte di chi ha il dovere di fare, di dare risposte e rendere conto ai calabresi è un ulteriore durissimo colpo che si infligge alla nostra sanità ed alle nostre comunità.
Un atteggiamento e un modo di gestire la cosa pubblica, soprattutto la sanità, che non possiamo e non vogliamo consentire!
Non smetteremo di parlarne, non smetteremo di chiedere, non smetteremo di rivendicare il nostro diritto a curarci e a farlo nel nostro ospedale.
Se il commissario si barricata nel silenzio, noi queste barricare le abbatteremo parlandone, alzando la voce, una voce corale e forte, perché 3000 cittadini, 3000 persone mosse solo dalla volontà e dal bisogno di avere assistenza e cure devono far “rumore”!

Laboratorio Crotone
Gregorio Mungari Cotruzzolá