Spese straordinarie e non indispensabili ancora bloccate, e dopo quasi due anni per il Comune di Crotone, alla luce della ennesima bocciatura arrivata al Commissario Straordinario Tiziana Costantino quest’oggi dalla deliberazione della Corte dei Conti (Sezione Controllo della Calabria), nonostante le controdeduzioni presentate dalla amministrazione Pugliese, attraverso il Piano ex art. 193 del Tuel, approvato in Consiglio Comunale nel maggio del 2019.

Prosegue dunque il calvario dell’ente comunale che anche nella fase commissariale in corso, alla luce del rendiconto del 2015 non ritenuto attendibile, dovrà purtroppo tenere in considerazione i limiti economici posti dalla Corte dei Conti.