Riceviamo e pubblichiamo

OGGETTO : Riscontro del Garante comunale sul tentativo di suicidio detenuto Casa Circondariale di Crotone
Si rende noto che nella mattinata di sabato 2 maggio 2020 presso la Casa circondariale di Crotone è avvenuto un tentativo di suicidio di un detenuto crotonese . Il gesto anti conservativo è stato prontamente sventato dagli agenti di Polizia Penitenziaria in servizio presso il locale Comando.

A seguito del tentativo di suicidio sono state effettuate tutte le operazioni necessarie di primo soccorso da parte degli agenti, come dell’intervento del personale sanitario in servizio presso il Presidio Sanitario Penitenziario “ Casa Circondariale di Crotone” e del 118, che ha condotto d’urgenza il detenuto presso il nosocomio cittadino per le successive cure ed accertamenti del caso. Il detenuto attualmente, ricoverato, sta bene. E’ in atto una terapia medica da parte del personale sanitario volto al monitoraggio della sua evoluzione clinica. Il detenuto segue la terapia prescritta ed è collaborativo nell’attuazione del programma medico in corso.

Nella giornata odierna il Garante comunale di Crotone, per i diritti dei detenuti, l’ avv. Federico Ferraro, informato sull’accaduto, ha effettuato immediatamente una visita ispettiva presso la locale Casa circondariale, assumendo informazioni circa l’accadimento ed in seguito si è recato presso il presidio ospedaliero, dove ha avuto colloquio con il soggetto interessato dai fatti, al fine di assicurarsi sulle condizioni di salute del medesimo. Il Garante esprimere un pubblico plauso agli agenti di sicurezza che con grande prontezza sono intervenuti per scongiurare un esito infausto del tentativo messo appunto dal soggetto recluso a Crotone.
Dell’accaduto è stata inoltrata relazione informativa al Commissario Prefettizio di Crotone, al Garante Nazionale e Regionale dei diritti dei detenuti.
Crotone, lì 04.05.2020

Il Garante comunale per i diritti dei detenuti