Riceviamo e pubblichiamo

Danilo Arcuri condivido la visione di sviluppo indicata dal presidente di Confindustria: Puntare sulla riorganizzazione della macchina amministrativa e su Antica Kroton, Agenda urbana e bonifica per far ripartire subito la città!

Riportare in primo piano le tante energie, valori e risorse dimenticate, adoperandosi allunisono con uno stile concreto, aperto, sincero ed inclusivo

Le parole del presidente di Confindustria Mario Spanò confermano che la strada intrapresa è quella giusta, il percorso avviato che pone quali obiettivi la riorganizzazione della macchina comunale e lavvio e la difesa di progetti , Antica Kroton, Agenda urbana, bonifica, per i quali le risorse finanziarie sono già previste e disponibili, sono i punti cardine del nostro programma.
Dialogo e confronto partendo da una comune volontà: offrire alla città di Crotone una reale e concreta opportunità di sviluppo che non può prescindere dallavvio di una nuova stagione di confronto e dialogo.

Il presidente di Confindustria in modo chiaro e lucido individua le criticità che hanno rallentato e a volte bloccato i processi di sviluppo nella nostra città, lorganico comunale, che dovrebbe attestarsi intorno almeno alle 400 unità, è ridotto a soli 240 dipendenti, gran parte dei quali, in virtù della Quota 100 (inserita con la Legge di Bilancio 2019), hanno chiesto ed ottenuto il pensionamento.
L’amministrazione precedente ha avviato un percorso ricercando ogni possibile soluzione (scorrimento di graduatorie ancora valide di concorsi espletati da precedenti amministrazioni, mobilità da altre amministrazioni e nuovi concorsi) al fine di consentire il ripristino di un minimo di efficienza e di una indispensabile efficacia ad un buon funzionamento.
Ammodernare la macchina amministrativa, dopo anni, è divenuto assolutamente necessario oltre che urgente ed indispensabile per ottenere e realizzare un Comune realmente al servizio dei fabbisogni dei cittadini e delle esigenze di sviluppo della città.

E vero, ne siamo convinti anche noi, la città ha bisogno di una squadra di governo in grado di esprimere competenze e capacità, idee chiare e conoscenza dei progetti e dei programmi di intervento già previsti, per non disperdere quanto già disponibile e per strappare la città ai sentimenti di rassegnazione e vittimismo.
Agenda Urbana, Antica Kroton, Bonifica Eni sono progetti in grado di fornire un contributo essenziale ai processi di trasformazione urbana e di sviluppo economico territoriale.

La coalizione al Governo della città sin da subito si dovrà impegnare a
praticare, in una logica di patto di comunità, una diffusa operazione di risveglio della città, riportando in primo piano le tante energie, valori e risorse dimenticate, adoperandosi allunisono con uno stile concreto, aperto, sincero ed inclusivo, consapevole della necessità di sollecitare e favorire il confronto ed il dialogo collaborativo, dentro e fuori il Comune.
La Città di tutti è una visione di sviluppo che parte da un concetto di territorio geograficamente aperto e dinamico per arrivare alla trasformazione della città di Crotone da area urbana di piccola dimensione ad unarea sistema, di tipo metropolitano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here