Una cosa è ormai certa, da qui a domenica 4 ottobre ci sarà da divertirsi. Politicamente parlando naturalmente.

Lo sprint finale verso la poltrona di sindaco di Crotone fra Antonio Manica e Vincenzo Voce infatti è iniziata, e già promette una “guerra” senza esclusione di colpi, che ognuno dei candidati combatterà con tutte le armi ed i mezzi di cui è in possesso, e ovviamente, secondo capacità, caratteristiche, visione politica ed organizzazione.

Ed è proprio la totale diversità fra i due candidati a sindaco, a farci pensare che questa coda di campagna elettorale sarà molto interessante e sicuramente incerta.

Se prevarranno i sentimenti di protesta e di rivalsa quasi generali tanto cari a Voce, oppure la “normalità” e la forza della corazzata semi politica di Manica, non lo sappiamo ancora, ma di certo giorno dopo giorno, capiremo quale sarà la direzione che la città avrà deciso di prendere.

Nel frattempo, immediatamente dopo il primo risultato dell’urna, Vincenzo Voce, autodefinendosi il “sindaco di tutti”, si affida ad un video-appello di un minuto, attraverso il quale invita i “suoi” 12.000 fedeli e non solo ad andare a votare, mentre il sobrio Antonio Manica decide di continuare a seguire la strada della normalità, andando per mercatini a confrontarsi con la gente, e augurando buon anno scolastico a studenti e docenti.

Per adesso, e in attesa di sapere dai due candidati che tipo di Giunta comunale metteranno in campo in caso di vittoria, è tutto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here