Riceviamo e pubblichiamo

L’azienda Abramo CC ricopre una importanza fondamentale per il territorio di Crotone e le ultime notizie che arrivano non sono certo rasserenanti. La riduzione degli stipendi, pagati al 70%, e la domanda di concordato preventivo presentato dalla società sono i segnali precisi di una crisi che, ci auguriamo, non diventi irreversibile. Non è il momento di sollevare allarmismi o isterie, anche perché l’iniziativa della società ha l’obiettivo di preservare la continuità aziendale, nonostante questo tipo di mercato sia il più “precario” di tutti.

La Abramo è un fiore all’occhiello di questo territorio non solo per la sua dimensione, ma soprattutto per la qualità dei servizi offerti frutto della professionalità che, in questi anni, si è accresciuta tra i dipendenti.

Nelle prossime ore contatterò la proprietà per capire come poter sostenere fattivamente, in questa fase, la società e allo stesso tempo invito i dipendenti a dare il massimo della coesione per non compromettere il futuro dell’azienda e del loro lavoro. La Abramo CC non può e non deve andare in crisi, se così fosse le ripercussioni economiche e sociali su questo nostro territorio, già in forte sofferenza, sarebbero drammatiche. Ci vuole il massimo sforzo di tutti i soggetti protagonisti, imprenditore, management, dipendenti e istituzioni per salvaguardare questo nostro patrimonio.

On. Flora Sculco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here