Primo Consiglio comunale legislatura Voce, parte seconda.

Si riprende dal punto 8 all’ordine del giorno, dopo la sospensione di ieri, con relativo differimento dei lavori alla giornata di oggi. Il già problematico e confuso Consiglio comunale si sarebbe dovuto convocare ad altra data, poiché al momento dell’interruzione non tutti i consiglieri erano presenti. Enrico Pedace lo fa notare, ma presidente Greco e segretario però fanno gli gnorri.

Il consigliere Fabrizio Meo chiede dunque i verbali relativi alla discussione del punto in questione (nomina dei componenti delle commissioni consiliari), ma anche in questo caso la risposta non arriva. Niente lettura dei verbali, né della chat consiliare. Tutto top secret.

Ma non finisce qui.

Bocciata infatti senza plausibile spiegazione, da parte del neo presidente del Consiglio comunale Giovanni Greco, la importante ed opportuna proposta di discussione in Consiglio legata alla difficile situazione dei lavoratori Abramo, e in merito alla discutibile decisione che la Calabria ha subito riguardo il collocamento della stessa nella zona rossa, chiesta dal consigliere di minoranza e capogruppo dei DP Andrea Devona.

Piuttosto insolito come due problemi cosi gravi ed urgenti, che investono purtroppo e negativamente la città, non venga immediatamente preso in considerazione. Male. I basilari e sani principi di democrazia ed i problemi occupazionali e sociali dei cittadini, vengono prima di ogni altra cosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here