Zona bianca dal 15 gennaio?

La nuova proposta è del ministro Dario Franceschini in accordo con il titolare della Giustizia Alfonso Bonafede.

La volontà è quella di tornare a dividere il territorio nazionale in fasce cromatiche a seconda della situazione epidemiologica di ogni singola regione. In quelle in cui il virus ha una circolazione meno massiccia si potrebbe pensare, invece che istituire una zona gialla, di vararne una bianca.

In questo caso non solo bar, ristoranti e attività commerciali potrebbero rimanere aperti senza limiti di orario, ma potrebbero riaprire i battenti anche i luoghi della cultura, come cinema, teatri, sale da concerto, musei, così come palestre e piscine. Sempre ovviamente nel rispetto delle precazioni anti contagio e dei protocolli, in quest’ultimo caso da stilare tra gli operatori e il Ministero della Salute e dello Sport.

Il presupposto fondamentale per entrare in zona bianca sembrerebbe essere quello di registrare non più di 50 casi di Covid-19 ogni 100mila abitanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here