Riceviamo e pubblichiamo

Da genitore e da assessore alle Politiche Sociali, ma soprattutto da cittadina, non posso che condannare quanto avvenuto.

Come ha già avuto modo di esprimere al riguardo il sindaco tutti dobbiamo essere impegnati, come singoli e come comunità educante, per evitare assolutamente il verificarsi di tali episodi.

C’è bisogno di uno sforzo collettivo per sostenere e coinvolgere i giovani.

Lo facciamo con impegno, come amministrazione, proponendo progetti di inclusione sociale e sostenendo quelli di tante organizzazioni che mirano a combattere la povertà educativa e mettere in connessione i giovani tra loro.

Uno dei temi particolarmente importanti è quello della comunicazione ed in particolare quella veicolata attraverso i social.

Occorre creare una rete di protezione per i nostri giovani sul dilagare della deriva social.

Il diffondere violenza finisce per generare ulteriore violenza.

A tale riguardo mi faccio promotrice di un incontro con il coinvolgimento dei colleghi di Giunta, degli assistenti sociali e degli operatori della comunicazione che si terrà il 20 gennaio 2021 alle ore 11.00 nella Sala Consiliare per gettare le basi di un ampia condivisione sul tema e creare la giusta sinergia che coinvolga al massimo la comunità.

L’assessore alle Politiche Sociali
Filly Pollinzi