Riceviamo e pubblichiamo

Flora Sculco e Sergio De Caprio

Sculco: “La commissione sulla bonifica rappresenta un primo significativo passo”

Si è insediata, oggi, in Regione, la “Commissione di monitoraggio permanente per il Sin di Crotone”, organismo fortemente voluto dall’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, così come annunciato nella sua ultima visita a Crotone, il 29 ottobre scorso, dopo aver effettuato i sopralluoghi sui terreni contaminati della città.
Questo organismo si occuperà di monitorare e controllare l’andamento delle attività di bonifica di tutte le aree interessate da attività di riqualificazione ambientale e di rigenerazione.
La Commissione, presieduta dall’assessore De Caprio, coinvolge Comune e Provincia, che hanno delegato due tecnici, dalle organizzazioni sindacali, Cgil, Cisl e Uil, Unindustria Calabria, dal dirigente regionale Settore Bonifiche e dall’Avvocatura regionale.

La prima riunione della Commissione si è svolta oggi, in videoconferenza, a cui ha partecipato anche la Consigliera regionale crotonese, Flora Sculco.
“La Commissione istituita dall’assessore De Caprio ha un’importanza rilevante e rappresenta un primo passo importante e significativo, – dichiara la Sculco – non solo per la pura attività di monitoraggio sulle fasi di attuazione delle operazioni di bonifica in corso, ma perché consentirà alla comunità crotonese e calabrese di poter essere informata sulle singole attività che si stanno svolgendo sulle aree inquinate.

Servirà, quindi, a garantire ai cittadini l’accesso all’informazione e, dunque, assicurare la “partecipazione” ad un processo, che la città di Crotone attendeva da lungo tempo, e il cui avvio rappresenta un’opportunità storica per le prospettive di sviluppo del territorio. La bonifica rappresenta un’occasione unica che non può svolgersi nel solo perimetro del cantiere senza un pieno coinvolgimento delle nostre imprese, dei nostri lavoratori e dei nostri professionisti”.

Nella riunione di oggi, l’assessore De Caprio ha avanzato la proposta di redigere uno specifico protocollo di legalità con Eni Rewind (ex Syndial) con l’obiettivo di prevenire “infiltrazioni” da parte della criminalità organizzata, assicurando, tra l’altro, la massima trasparenza nelle procedure di affidamento dei singoli lavori.
“Voglio, ancora una volta, – conclude la Sculco – tornare a ringraziare l’assessore De Caprio non solo per l’amicizia, la vicinanza e la sensibilità che ha dimostrato e sta dimostrando nei confronti della città e della provincia di Crotone, ma anche per la prontezza delle risposte e per le azioni messe in campo su quelle questioni ambientali che rappresentano, da troppo lungo tempo, una ferita aperta e dolorosa per il nostro territorio”.

On. Flora Sculco