Il Crotone dei record, negativi, consegna i tre punti anche al Cagliari di Semplici, suo diretto concorrente nella lotta per la salvezza ma evidentemente molto superiore, e vede purtroppo la permanenza in Serie A sempre più come un miraggio.

Quella di oggi pomeriggio allo Scida infatti, che per ovvie ragioni di una classifica più che mai povera e deficitaria, era una sfida da vincere assolutamente, si è invece trasformata nell’ennesima e quasi scontata sconfitta che, inutili alibi a parte, trascina la ormai indifendibile squadra di Stroppa, nel buio più profondo e ad un passo dal ritorno in Serie B.

Salvo clamorosi ribaltoni che, molto onestamente ed oggettivamente, anche alla luce della differenza tecnica e caratteriale fra questo Crotone ed il resto della Serie A, facciamo grossa fatica anche solo ad immaginare.

E così, mentre il Cagliari, oggi terz’ultimo con sei lunghezze di vantaggio sul Crotone fermo a 12 punti, torna ad assaporare una vittoria dopo 17 giornate, la squadra di Stroppa ancora una volta quasi sparita dal campo dopo il primo gol subito, continua il suo personale feeling con la sconfitta, la 18esima della serie, con 57 gol subiti. E mercoledì in occasione del turno infrasettimanale, il Crotone sarà di scena in casa dell’Atalanta.

Si accettano pronostici, e soprattutto miracoli.