Punto n.1 del Consiglio comunale del 1 marzo 2021, ancora in corso di svolgimento.

Mozione presentata dal gruppo “Tesoro Calabria” ad oggetto ”Richiesta, al governo ed alla regione Calabria, di stabilizzazione dei lavoratori ex percettori di mobilità in deroga”.

Ed è subito polemica, già corredata da due brevi sospensioni della odierna seduta. Seduta poi ripresa e risospesa dal presidente del Consiglio comunale Greco per “tumulto in aula”. Vedi accese esternazioni del consigliere Devona. Ci torneremo.


Il consigliere Fabrizio Meo contesta opportunamente che le mozioni non possono essere presentate dai gruppi, e nello specifico dal “Gruppo Tesoro Calabria”, ma vengono invece presentate dai singoli consiglieri comunali.
Si rischia altrimenti, così come sta avvenendo nel caso di specie, di urtare la suscettibilita’, piuttosto che essere tacciati di volersi fare propaganda.

La contestazione di Meo, condivisa dal Segretario generale, è stata parzialmente accolta, nel senso che è stato precisato come la medesima sia stata presentata dai consiglieri e non dal gruppo. La solita precaria confusione.

Tutto ciò infatti, sa tanto di paternità imposta e di strumentalizzazione politica, basti ricordare che esiste una lista regionale che si chiama proprio “Tesoro Calabria”…

Dopo di che, a seguito delle rimostranze della rediviva opposizione, che ha lamentato come tale mozione non menzionasse alcune tipologie di lavoratori, il consigliere Riga a quel punto, ha presentato un emendamento che estende a tutti i percettori gli effetti e l’ indirizzo di tale mozione. A seguire, anche altri consiglieri hanno fatto lo stesso. Anche di minoranza.

APPROVATO!!!

Punto n. 2: Mozione avente ad oggetto la richiesta d’intitolazione del Teatro Comunale cittadino al Maestro Vincenzo Scaramuzza, proposta dal relatore e presidente della IV Commissione consiliare alla Cultura Fabrizio Meo.

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ

Punto n. 3: Mozione avente ad oggetto “Progetto per la messa in sicurezza del Canale 19 sito in località Margherita Sottana del Comune di Crotone”.

APPROVATO