Dopo un primo tempo un po’ inatteso ed a corrente alternata che finisce 1-1, nella seconda frazione di gioco i nerazzurri di Gasperini decidono di giocare come sanno e chiudono subito la pratica Crotone (prima panchina di Cosmi), dilagando molto agevolmente.

A segno Gosens, Palomino, Muriel Ilicic e Miranchuk. Per il Crotone l’illusorio gol del pareggio firmato da Simy. Null’altro da aggiungere se non l’imbarazzante superiorità dell’Atalanta, e dell’ennesima sconfitta stagionale dei rossoblu, fanalino di coda della Serie A con soli 12 punti. Notte fonda.

E domenica allo Scida arriva il Torino dell’ex Davide Nicola, per quella che si preannuncia l’ultimissima spiaggia dello sciagurato campionato del Crotone. Solo in caso di vittoria infatti, la speranza di un miracolo sportivo starebbe ancora in piedi.