Il polemico, duro e diretto post di una cittadina crotonese che, molto contrariata, commentando una foto postata su Facebook, si rivolge a chi, in quanto a regole e disposizioni anti Covid-19, predica bene e razzola male...

“Ma quelli che fanno le foto alla gente sul lungomare, con tanto di didascalia ” FATE SCHIFO ” ” A CROTONE NON CI SONO REGOLE ” sono consapevoli che la foto è stata scattata da loro stessi, anch’essi sul lungomare ???

Chiedo !!! Per nessun amico . Chiedo e basta.

Nessuno può prendersi il lusso di parlare e dico NESSUNO.

Perché se non sei tu a uscire sul lungomare è tuo figlio.
Se non è tuo figlio è tuo nipote e se non è tuo nipote vai tranquillo che è tuo cugino.

Accetto post solo da anziani. I quali sicuramente sono gli unici che stanno vivendo e soffrendo realmente tutto questo.

Al resto della popolazione dico “a manciacogna e u joca joca na semp piaciut a tutt”.

RANN E PICCUL.

SE SOLO SOMIGLIASTE A UNA MINIMA PARTE DI CIÒ CHE SCRIVETE SARESTE PERSONE MIGLIORI.

ACCONTENTATEVI DI ESSERE SOLO PERSONAGGI.

Cordiali saluti col cuore!”.

Maria Rita Francesca Precone

Paradossi: Lungomare di Crotone ieri pomeriggio. Variante impazzita. La foto ovviamente si commenta da sola. E intanto, per la cronaca, le scuole calabresi sono chiuse, le vaccinazioni ai docenti non sono state ancora avviate, e i weekend rossi sono gia dietro l’angolo…