Riceviamo e pubblichiamo

Nella giornata di ieri, nella Commissione presieduta dal Consigliere avv. Meo, alla presenza degli assessori dott.ssa Via e dott. Scandale, abbiamo trattato nuovamente il problema relativo
all’ interruzione del servizio di trasporto scolastico. Abbiamo fatto presente che la sospensione del servizio trasporti non è corretta e non rappresenta la soluzione ottimale in attesa dell’espletamento delle procedure di gara per l’ assegnazione del servizio.
Il Diritto consente la proroga tecnica fino ad assegnazione provvisoria della gara ed a maggior ragione quando si tratta di servizi pubblici è giustificato e mette al riparo gli Enti da eventuali ritardi derivanti dall’espletamento della gara.

Il Nuovo bando inoltre prevede dei tagli significativi che escluderebbero dal servizio di trasporto scolastico la giornata di sabato. Siamo fortemente convinti che l’Ente debba mettere in campo soluzioni che non puntino solo al risparmio ma che diano migliorie al servizio già esistente. Nel caso contrario, saremmo in presenza di risparmi fittizi con gravi limitazioni del servizio stesso e conseguente
beffa per studenti e famiglie che usufruiscono del servizio. In modo particolare questo taglio penalizzerà ancora una volta le contrade e le frazioni, oltre che intasare ancora di più la viabilità in quelle zone della città ad elevate densità abitative e con sistema viario insufficiente.
Confidiamo nella rivisitazione del progetto mandato a gara e proponiamo il proseguimento del servizio senza alcuna interruzione. L’attuale momento pandemico ha già reso difficile le economie delle famiglie e non è possibile appesantirle con ulteriori decisioni unilaterali.
La città è di tutti, nessuno ha l’esclusiva sulle scelte e questa amministrazione deve garantire il diritto alla Istruzione a tutti.

Cercare una soluzione diversa, non è segno di debolezza ma di intelligenza politica e di buon senso verso i cittadini tutti. Il periodo di grave crisi pandemica oltre che di fortissima incertezza e disagio per le famiglie, obbliga l’amministrazione a prendere provvedimenti con assunzioni di responsabilità per evitare il disservizio che rischia di disincentivare ulteriormente la fruizione al diritto all’istruzione.
Siamo fortemente convinti che il servizio di trasporto scolastico e il servizio mensa siano servizi essenziali, e siamo anche convinti che i servizi debbano essere finanziati per come sempre fatto dalle amministrazioni passate. Le modalità di individuazione dei fondi a copertura di questi servizi essenziali, fino ad oggi, non hanno mai avuto prescrizioni dalla
Corte dei Conti.
Troviamo anomala la scelta di nonricorrere alle stesse voci di bilancio utilizzate in passato.
L’amministrazione attiva ha l’obbligo di garantire questo diritto dei cittadini crotonesi.

I consiglieri comunali

Fabiola Marrelli
Enrico Pedace

ConSenso