Il post pubblicato sul suo profilo da Salvatore Riga, a replica di quanto apparso ieri sul suo conto su una pagina Facebook. Post che, lo ricordiamo, è stato poi rimosso.

ALLONTANIAMO LE BUGIE E LE FALSITA’ !!
Andiamo sempre alla ricerca della Verità. La Verità è propedeutica alla libertà.
Un uomo libero è lievito per la costruzione di una società rinnovata, più giusta ed equa.
Un ruolo importante in questa ricerca della verità lo giocano le organizzazioni giornalistiche.
Queste sono tenute a divulgare notizie precise e di qualità all’interno della società.
Purtroppo assistiamo da parte di qualcuno, costantemente ad una grande quantità di falsità ed imprecisioni che circolano senza il giusto filtro della verità e dell’approfondimento. Lo scopo è uno solo, distorcere la realtà. Certamente chi opera con questo scopo non ha la penna libera.
Un giornalista ha l’obbligo di setacciare la verità dalle falsità, tra i vari contenuti che vengono creati e condivisi . Tutto ciò per aiutare e garantire sempre la diffusione della VERITA’ !!
Sfortunatamente non sempre questo viene garantito da qualche penna locale e mi riferisco al contenuto giornalistico ripreso dai social da una testata giornalistica online, che riporta la notizia di un ipotetica sfiducia al sottoscritto dalla Presidenza della Quinta Commissione Consiliare. Ricordo al giornalista che la Quinta Commissione non ha competenze in materia di Ambiente. Inoltre l’ipotetica missiva indirizzata non è mai arrivata al mio indirizzo di posta PEC.
Quante inesattezze e corbellerie scritte, con il solo scopo di denigrare questa nuova Amministrazione.
Un Amministrazione che ha l’arduo compito di rimettere in sesto una macchina comunale logorata d’anni di cattiva gestione.
Eppure gli stessi che hanno raso al suolo la città di Krotone, ci attaccano utilizzando falsità e inesattezze.
Siamo sotto attacco da ogni fronte, perché risultiamo essere un’anomalia politica.
Semplici cittadini liberi ed onesti che vogliono il bene di questa città e dei suoi abitanti.
Mai noi non molliamo, siamo determinati.
Siamo coscienti che il nostro fare procura molti fastidi a chi negli anni aveva creato bivacchi e mangiatoie personalizzate.
Spazzeremo via ogni pratica clientelare. Non c’è spazio in questa amministrazione per chi cerca vantaggi personali.
Determinati e pronti e con le spalle larghe a rimettere in piedi una città che per troppo tempo è stata ostaggio di pochi e non del bene comune.
Chi oggi cerca di incrinare la concordia civile e la fiducia verso l’istituzione comunale, mira solo a disintegrare già il delicato stato sociale cittadino per potersi rinfilare e continuare la sua opera di distruzione.
L’era Voce non è finita è appena iniziata e ricordo che Vincenzo Voce non è SOLO.
WORK IN PORGESS