Riceviamo e pubblichiamo


La Terza Commissione Consiliare permanente, presieduta dal consigliere Alessandro Manica, ha approvato una mozione da porre all’ordine del giorno del Consiglio Comunale per concedere la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki.

Come è noto Patrick Zaki, studente egiziano di 27 anni che nel settembre del 2019 si era trasferito in Italia per frequentare un master internazionale presso l’Università di Bologna al suo rientro in Egitto per una breve visita alla sua famiglia, lo scorso 7 febbraio, è stato arrestato ed è ancora attualmente detenuto, dopo che è stato disposto un ulteriore rinnovo della custodia cautelare in carcere

Le motivazioni del suo arresto sono da imputare esclusivamente alla sua libertà di pensiero.

Una storia quella di Patrick Zaki che ricorda tristemente quella di Giulio Regeni, ferita ancora aperta.

Una storia che ci ricorda che in Egitto la libertà di espressione vengono repressi con la violenza e la cancellazione dei diritti.

Zaki ama il nostro paese, aveva deciso di vivere in Italia.

La terza Commissione, quale attestato di vicinanza al giovane ricercatore, impegnato, tra l’altro, in importanti iniziative di carattere umanitario, come segnale di solidarietà nei confronti di tutti coloro che vengono ingiustamente detenuti per difendere le proprie idee e la libertà di espressione e con l’intento di contribuire a sollecitare il Governo Italiano a compiere tutte le azioni possibili per restituire la libertà a Patrick Zaki, propone che l’amministrazione, come atto simbolico, gli conceda la cittadinanza onoraria