Riceviamo e pubblichiamo

Danilo Arcuri e Antonio Megna (Crotone Città di tutti)

Arcuri e Megna: “Asili chiusi: un’altra vergogna della Giunta Voce”

L’anno scolastico è cominciato, ma non tutti se ne sono accorti. I più distratti, casualmente, sono gli inquilini di piazza della Resistenza.

L’amministrazione Voce anche sui servizi primari lascia il suo segno di inefficienza e inefficacia.

Mensa scolastica niente, trasporto scolastico niente, e, ancora più grave, asili comunali chiusi.

Un’inefficienza totale che pesa totalmente sulle spalle delle famiglie crotonesi.

Eppure, che a settembre inizi la scuola è una cosa risaputa, più o meno come le piogge di fine agosto, ma questa è un’altra storia.

E nonostante l’inizio della scuola non sia proprio un fulmine a ciel sereno, l’amministrazione Voce si è, nuovamente, fatta trovare impreparata.

Le famiglie crotonesi non solo subiscono il danno di avere ancora le strutture dedicate ai più piccoli chiusi, ma vivono anche uno stato di totale incertezza visto che, ad oggi, non sanno nemmeno se i propri figli hanno o meno diritto a frequentare gli asili comunali, visto che della graduatoria per il servizio non se ne sa ancora nulla.

Incertezza che diventa ancora più drammatica se si pensa a tutti quegli operatori che in questi ultimi anni hanno assicurato negli asili comunali un servizio di qualità e che oggi non sanno se e quando riprenderanno a lavorare.

Professionalità che si sono formate a Crotone e che questa città deve anche saper tutelare invece di abbandonarle al proprio destino.

Ed in tutto questo il Comune tace.

Tra le centinaia di proclami quotidiani, non una riga di chiarimento appare, anche per sbaglio, sul sito o sulla pagina Facebook del Comune.

Gli asili chiusi a fine settembre sono una vera vergogna, ma ancora più vergognoso è il silenzio degli amministratori comunali su questo tema.

I Consiglieri comunali

Danilo Arcuri

Antonio Megna