Riceviamo e pubblichiamo

 

La Ryanair continua ad investire in Italia aprendo nuove basi con il conseguente annuncio di nuove rotte invogliata anche dalla sospensione delle addizionali comunali sugli imbarchi.

 

Grazie a questi fattori ed agli aerei sempre pieni dallo scalo pitagorico Ryanair incrementa le rotte anche da Crotone inserendo il volo per Venezia nella sua programmazione da marzo 2022.

 

Il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone ha chiesto alla compagnia aerea di poter valutare nuovamente il volo per Pisa ed anche quello per Torino. I due aeroporti sono anche basi della compagnia irlandese e l’inserimento di voli da e per la Toscana ed il Piemonte non sarebbe complesso. Siamo certi che questi due voli avrebbero un notevole successo ottenendo un tasso di riempimento veramente soddisfacente.

 

Il Comitato, nel mentre, ha iniziato a contattare diversi interlocutori istituzionali e politici per affrontare l’argomento dell’addizionale comunale sugli imbarchi per gli aeroporti inferiore al milione di passeggeri affinché tale norma, ora provvisoria, permanga anche in futuro; a tal proposito, nella scorsa settimana, abbiamo avuto un incontro online con il presidente di AirGest Salvatore Ombra. La sospensione permetterebbe ad aeroporti piccoli come quello crotonese di poter essere maggiormente interessante dal punto di vista economico per le compagnie aeree in quanto risparmierebbero € 6,50 per ogni imbarco.

 

Il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone continua a chiedere al Ministero ed a Enac di riorganizzare il sistema aeroportuale prevedendo una procedura più snella per garantire la continuità territoriale, un finanziamento almeno decennale e l’istituzione di un osservatorio.

 

Infatti, gli oneri di servizio spesso ottengono finanziamenti solo per pochi anni e la procedura è molto complessa.

 

Basta pensare che il finanziamento ottenuto tramite la legge in bilancio nel 2018 per gli oneri di servizio non si sono ancora concretizzati in voli per responsabilità dello stesso ministero!!!

Infatti, il ministero è il soggetto principale che possiede tutte quelle competenze necessarie per realizzare ciò che lui stesso propone!

Nel corso degli anni il Ministero non ha contribuito adeguatamente alla conclusione di questo iter. Il comitato ricorda, infatti, che la prima conferenza dei servizi produsse un elaborato, alla base del decreto ministeriale, che venne bocciato dalla Comunità Europea causando il ritardo di quasi un anno del bando di imposizione degli oneri di servizio.

 

Dopo la bocciatura della Comunità Europea, la conferenza dei servizi svolta in maniera asincrona non ha modificato sostanzialmente il bando, nonostante la pandemia in corso, lasciando nello stesso degli elementi che l’hanno reso non allettante causando la gara deserta degli oneri di servizio!!!

E’ giusto comprendere che le competenze tecniche ed economiche sul settore aeroportuale nella conferenza dei servizi sono rappresentate in maniera inequivocabile dal gestore aeroportuale Sacal, dal Ministero dei trasporti e dall’Enac mentre la regione Calabria e la provincia di Crotone, in rappresentanza del territorio, esprimono più che altro le esigenze dei cittadini lasciando che siano, appunto, i tecnici a trovare le soluzioni opportune affinché la continuità territoriale riconosciuta nel 2002 venga concretizzata!

 

Nel mentre i cittadini affrontano quotidianamente con enormi disagi i viaggi di lavoro, di salute e di studio!

 

Cercheremo di capire nei prossimi giorni lo stato in cui si trova la procedura di imposizione degli oneri di servizio richiedendo sia alla Regione Calabria che al Ministero degli incontri istituzionali perché è importantissimo per l’intero territorio avere il volo Crotone-Roma nel minor tempo possibile.

 

Il comitato con enorme rammarico ha notato lo scarso interesse da parte dei parlamentari calabresi sulle proposte elaborate circa la riorganizzazione del sistema di trasporto aereo che, invece, preferiscono alimentare discussioni inutili ed inconcludenti!

 

Liberi di partire, liberi di tornare.

 

Il Direttivo

Comitato Cittadino Aeroporto Crotone