Il documento deliberato questa sera dal Consiglio Comunale

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE

OGGETTO:  Realizzazione di una discarica di rifiuti speciali pericolosi e non da ubicarsi in Loc. Giammiglione del Comune di Crotone

IL CONSIGLIO COMUNALE

PREMESSO  CHE, come si legge nel Verbale della Conferenza di Servizi (progetto comportante il rilascio del Giudizio di Compatibilità Ambientale e dell’Autorizzazione Integrata Ambientale) del 20 ottobre 2021:

  • «La Maio Guglielmo srl nel 2009 ha presentato istanza di VIA ed AIA per un progetto di discarica per rifiuti pericolosi e non, da realizzarsi in loc. Giammiglione del Comune di Crotone, in relazione alla quale il Dipartimento ha espresso giudizio negativo di compatibilità ambientale, prima con il DDG 5066/2010 e poi con il DDG n. 9549/2012;
  • Entrambi i suddetti provvedimenti sono stati annullati dal TAR Calabria (sentenze n. 403/2011 e n. 998/2012; quest’ultima confermata anche in appello dal Consiglio di Stato con sentenza n. 5254/2013) per difetto di motivazione, con conseguente obbligo per l’autorità procedente di rivedere la propria valutazione sull’istanza presentata dalla Maio Guglielmo srl;
  • Tale valutazione è stata affidata alla Struttura Tecnica di Valutazione (STV) del Dipartimento (istituita con L.R. n. 39/2012 e s.m.i.) la quale, tenuto conto di quanto disposto nelle sentenze sopracitate, ha espresso parere tecnico di competenza (prot. n. 15653 del 21.01.2016 e prot. 32709 del 3.02.2016, emessi sul progetto rispettivamente nelle sedute del 18.01.2016 e del 03.02.2016), subordinando la valutazione favorevole di compatibilità ambientale della discarica, ivi espressa, alla destinazione della stessa al conferimento dei rifiuti speciali connessi alla bonifica del sito di interesse nazionale “Crotone – Cassano – Cerchiara”;
  • In seno alla Conferenza di servizi svoltasi nell’ambito del procedimento autorizzatorio in parola è stata assunta – sulla base dei pareri acquisiti e delle risultanze relative al procedimento di bonifica del sito di interesse nazionale “Crotone – Cassano – Cerchiara” –determinazione conclusiva negativa, volta al rigetto dell’istanza di VIA ed AIA presentata dalla Maio Guglielmo srl:
  • Avverso tale determinazione, adottata con DDG n. 12267/2017, è stato proposto ricorso al Tar Calabria e la relativa sentenza (TAR Calabria n. 243/2020) è stata poi oggetto di gravame dinanzi al Consiglio di Stato che emesso la Sentenza n. 3279/2021;»

RILEVATO CHE, come si legge nel Verbale della Conferenza di Servizi (progetto comportante il rilascio del Giudizio di Compatibilità Ambientale e dell’Autorizzazione Integrata Ambientale) del 20 ottobre 2021:

  • «Con tale pronuncia, il Consiglio di Stato ha annullato il rigetto di cui al DDG n. 12267/2017; evidenziando l’illegittimità della previsione di cui al parere della stv prot. 32709 del 3.02.2016 (relativa alla limitazione del trattamento nella discarica in parola ai soli rifiuti provenienti dalla vicina area sin), in quanto più restrittiva rispetto a quanto previsto nella pianificazione regionale di settore;
  • La medesima pronuncia ha espressamente affermato che, fatta salva la discrezionalità amministrativa da parte della Regione Clabria, l’autorità competente in sede di riesercizio del potere è tenuta a rispettare I vincoli stabiliti nell’annullamento giurisdizionale e, quindi, deve tenere conto delle censure relative alla previsione in parola;
  • In forza di tale statuizione la Maio Guglielmo srl, con nota assunta al prot.324155 del 19.07.2021, ha richiesto il rilascio del provvedimento favorevole di VIA ed AIA sul progetto in parola.»
  • Avverso il rilascio del provvedimento favorevole di VIA e AIA sul progetto della discarica presentato dalla Maio Guglielmo Srl ha espresso contrarietà l’Ing. Voce nella sua duplice qualità di Sindaco della Città e di Presidente dell’ATO Crotone, adducendo le motivazioni di seguito riportate:
  • L’ing. Pace, funzionario del settore Ambiente del Comune, atteso che dalle verifiche effettuate d’ufficio risulterebbe che l’area di progetto ricade in “aree di attenzione” alla luce delle “Misure di salvaguardia”, approvate con il Decreto del Segretario Generale dell’Autorità di Distretto dell’Appennino Meridionale n. 540 del 13/10/2020, chiede che siano fatte verifiche in tal senso.

TENUTO CONTO CHE:

  • il Consiglio Comunale con propria deliberazione n. 16 del 17.7.2007, si era pronunciato esprimendo il parere non favorevole alla realizzazione di nuove discariche in tutto il territorio comunale, per le note ed evidenti criticità di carattere ambientale presenti e comprovate in atti;
  • Successivamente, con deliberazione n.31 del 10.9.2009, il Consiglio Comunale ha espresso la propria contrarietà alla realizzazione della discarica in località Giammiglione, prevista ed approvata dal Commissario delegato con ordinanza n. 6294 del 30.10.2007, motivando il proprio diniego con i possibili rischi derivanti dalla realizzazione per la salute pubblica;
  • Con nota n. 32714 del 30.06.2015 veniva trasmessa al Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria la Deliberazione N° 27 del 18.06.2015, nellaquale il Consiglio Comunale deliberava di esprimere parere non favorevole alla realizzazione di qualsiasi nuova discarica o ampliamento di quelle esistenti per lo smaltimento di rifiuti pericolosi e non, nel sito di località Giammiglione e, più in generale, parere non favorevole ad impianti di smaltimento di rifiuti sull’intero territorio comunale e di richiedere alla Regione Calabria di non inserire nel Piano Regionale dei Rifiuti ipotesi di utilizzo futuro del sito di Giammiglione, allegando la relazione urbanistica del Dirigente del Settore 4 – Pianificazione e Gestione del Territorio dalla quale si evince “l’incompatibilità di una discarica in località Giammiglione per rifiuti pericolosi e non, sia con gli strumenti di pianificazione vigenti che che con quelli in corso di programmazione, nonché con l’uso reale del suolo” e allegando, altresì, la planimetria delle aree di pregio naturale e delle aree sensibili presenti nel territorio comunale, nonché gli Elenchi descrittivi delle suddette aree;
  • La Provincia di Crotone ha espresso totale contrarietà alla realizzazione della discarica proposta dalla Ditta Maio Guglielmo Srl all’interno se sito denominato Giammiglione del Comune di Crotone, con parere del 20 ottobre 2021 Prot. 13023;
  • Il Consiglio Comunale di Scandale con deliberazione 27/06/2015 esprimeva “parere non favorevole alla realizzazione di qualsiasi nuova discarica o ampliamento di quelle esistenti, per lo smaltimento di rifiuti pericolosi e non, nel sito di località Giammiglione. Pur sorgendo nel Comune di Crotone, infatti, il sito di Giammiglione è limitrofo al territorio di Scandale;
  • Nella pianificazione del Comune di Crotone l’area di progetto della discarica di Giammiglione si colloca in area agricola E4 del PRG, ovvero zona Agricola di versante, in quanto comprendono le aree agricole caratterizzate dalla presenza di uliveti e dalla loro localizzazione in collina, che consente nuove edificazioni solo ed esclusivamente ai fini della conduzione agricola e all’esercizio delle attività agricole e di quelle a esse connesse e/o compatibili.
  • Nel Quadro Conoscitivo e indirizzi del QTRP l’area ricade nel “Paesaggio dell’Ulivo Secolare e Denominato”; per quanto ancora attiene alle PRODUZIONI AGRONOMICHE D’ECCELLENZA, come definito nel Quadro Conoscitivo del QTRP Regionale, preme sottolineare come i Comuni interessati dall’intervento siano inseriti i un contesto di aree agricole di pregio, per la maggior parte interessati dalla produzione dell’olio, con DOP in corso di Riconoscimento, quali:
  • Considerato atresì che l’area, su cui è localizzato il progetto della discarica di rifiuti, pericolosi e non, proposto dalla ditta Maio SRl, ricade interamente nelle Aree di attenzione del PGRA (Piano di gestione Rischio Alluvione) di cui alla delibera CIPE n. 1 del 20.12.2019. In tale aree, oltre quelli di tutela, sono consentiti solo interventi previsti dagli strumenti di governo del territorio.
  • Ai sensi del D.lgs 36/2003 così come modificato dal D.lgs 121/2020, gli impianti di discarica di rifiuti pericolosi e non pericolosi NON DEVONO RICADERE IN aree individuate ai sensi dell’art. 65 comma 3 lettera n) e comma 7 del Dlgs 152/2006: Nel caso specifico della discarica in progetto sita in loc. Giammiglione, come evidenziato, l’area rientra tra le AREE di Attenzione del PGRA, di cui alla Delibera della Conferenza Istituzionale n. 1 del 20/12/2019.

RICHIAMATO LO STATUTO COMUNALE che fra i principi programmatici prevede:

  • Il Comune salvaguarda e tutela le risorse culturali, archeologiche, ambientali e naturali del proprio territorio e del Mare Jonio antistante, preservandole da ogni forma di utilizzo che comprometta l’integrità delle stesse e del territorio;
  • Il Comune promuove e tutela l’equilibrato assetto del territorio e concorre, insieme alle altre istituzioni nazionali ed internazionali, alla riduzione dell’inquinamento e alla salvaguardia del territorio, assicurando, nell’ambito di un uso sostenibile ed equo delle risorse, i diritti e le necessità delle persone di oggi e delle generazioni future. Tutela la salute dei cittadini e salvaguarda altresì la coesistenza delle diverse specie viventi e della biodiversità.

TUTTO CIÒ PREMESSO E CONSIDERATO

Il Consiglio Comunale

  • approva tutto ciò espresso in narrativa;
  • ritiene che:
  • la salute dei cittadini debba essere tutelata contrastando ogni tipo di azione che possa comprometterla;
  • l’area interessata dal progetto della discarica elaborato dalla Ditta Maio Guglielmo Srl, sia ricca di valenze naturalistiche e paesaggistiche e vocata a un’agricoltura di pregio;
  • l’habitat interessato debba essere salvaguardato da interventi che turbino l’integrità e la funzionalità ecosistemica;
  • considera che:
    • nessuno strumento di governo del territorio preveda la realizzazione di una discarica in Località Giammigliione del Comune di Crotone;
    • ai sensi del D.lgs 36/2003, così come modificato dal D.lgs 121/2020, gli impianti di discarica di rifiuti pericolosi e non pericolosi NON DEVONO RICADERE IN aree individuate ai sensi dell’art. 65 comma 3 lettera n) e comma 7 del Dlgs 152/2006 – e l’area di località Giammiglione rientra tra le aree di attenzione del PGRA, di cui alla delibera dellla Conferenza Istituzionale n. 1 del 20/12/1029;
    • la realizzazione di una discarica
      • non è coerente con gli strumenti di pianificazione vigenti, con i vincoli che gravano sul territorio, con il contesto territoriale paesaggistico di pregio e con gli obiettivi e le strategie di Sviluppo del Territorio adottati ed evidenziati dalla Pianificazione Regionale e Comunale;
      • non è sostenibile nè socialmente nè economicamente per le conseguenze che ne deribverebbero in danno alla salute dei cittadini e al tessuto produttivo;

pertanto,

ESPRIME PARERE NON FAVOREVOLE

alla realizzazione della discarica per rifiuti pericolosi e non proposta dalla Ditta Maio Guglielmo srl in località Giammiglione del Comune di Crotone.

Preso atto che la presente deliberazione non comporta alcuna assunzione di spesa o introito o riduzione di entrate a carico del bilancio comunale;

– VISTO

  • il Decreto Legislativo n. 267/2000 e ss.mm.ii.;
  • Il Decreto Legislativo n. 152/2006 e ss.mm.ii;
  • lo Statuto del Comune di Crotone;
  • il Regolamento sul Funzionamento del Consiglio comunale;

Ad unanimità di voti favorevoli n. ________ del Sindaco Voce e dei Consiglieri (_________)

Espressi per alzata di mano;

DELIBERA

Per i motivi espressi in premessa:

  1. di essere contrario alla realizzazione della discarica per rifiuti, pericolosi e non, la cui realizzazione è stata proposta, dalla Ditta Maio Guglielmo Srl in località Giammiglione del Comune di Crotone;
  2. di fornire indirizzo al Sindaco e Giunta di dare attuazione alla delibera in ogni circostanza in cui l’Amministrazione debba esprimersi nel merito della realizzazione della discarica per rifiuti pericolosi e non, proposta dalla Ditta Maio Guglielmo Srl, in località Giammiglione del Comune di Crotone;

 

  • Si esprime altresì la propria ferma contrarietà alla realizzazione di nuove discariche nonché all’utilizzo di quelle esistenti al fine di smaltire le scorie ed i rifiuti provenienti dalla bonifica dei siti industriali del territorio comunale e provinciale;

 

  • Si esprime ancora la ferma contrarietà alla realizzazione sul territorio Comunale di ulteriori discariche per lo smaltimento di rifiuti nonché all’utilizzo delle discariche attualmente esistenti, al fine di smaltire rifiuti che provengano da Comuni diversi da quelli del territorio Provinciale;
  • di autorizzare il Sindaco e l’Amministrazione ad ogni azione conseguenziale che sia rivolta al perseguimento degli scopi di cui ai punti 1-2-3, raccomandando al Sindaco ed all’Amministrazione di promuovere il preventivo coinvolgimento delle preposte commissioni consiliari permanenti in ogni iniziativa, valutazione ed atto deliberativo che sia rivolto al perseguimento delle finalità suddette, anche unitamente alla Regioni o altri Enti o Associazioni;
  • di dare atto che la presente deliberazione sarà pubblicata sul sito internet del Comune ai fini di garantirne la massima trasparenza e pubblicità;
  • di dare atto che l’approvazione della presente delibera non comporta alcuna assunzione di spesa o introito o riduzione di entrate a carico del bilancio comunale.