RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 

Enzo Sculco: “Sopra di noi soltanto il sombrero… e nient’altro”

 

All’indomani della presentazione delle candidature per le elezioni provinciali di Crotone, mi sembra opportuno fare un po’ di chiarezza su alcune fantasiose ricostruzioni dei fatti che hanno preceduto questo appuntamento.

Mi riferisco a quelle che hanno riportato una sorta di discriminazione più o meno politica nei confronti dell’UdC e del movimento territoriale “I DemoKRatici”.

Posso tranquillamente affermare che non abbiamo mai ricevuto ne verbalmente, ne per iscritto, ne per mail, ne per whastapp, nemmeno per telefono o con segnali di fumo, e neanche con il linguaggio dei segni alcuna comunicazione su un atteggiamento discriminatorio nei nostri confronti.

In realtà, le cose stanno in modo completamente diverso.

Nel mese di ottobre, per ben tre volte, su iniziativa dell’on. Torromino e su invito dello stesso, si è riunito il tavolo della coalizione a cui erano seduti tutti i rappresentati dei partiti (Forza, Italia, Fratelli d’Italia, UdC, Lega, Coraggio Italia) per cercare di mettere in ordine un sistema politico che era uscito, in sede territoriale, disgregato dalle elezioni regionali e per provare a definire un percorso comune e scelte condivise in ordine alle elezioni provinciali.

Il confronto si è poi interrotto su iniziativa dello stesso on. Torromino che, ad un certo punto, ha deciso di convergere su una proposta elettorale che è stata costruita in precedenza, fuori e all’esterno dei partiti che compongono la stessa colazione.

Per quanto ci riguarda, in questi incontri, di coalizione, abbiamo sempre mosso un rilievo di metodo e non di merito relativamente alle proposte che circolavano in via informale ed in modo particolare quella del sindaco di Cirò Marina, Sergio Ferrari.

Niente di più e niente di meno.

Torniamo a ribadire ancora una volta che la nostra comunità politica non è assoggettabile a questo o a quello, e non è nemmeno inquadrabile negli schemi tradizionali della politica che, tra l’altro, come la storia recente dimostra, fanno fatica a mantenersi integri ed in vita.

Il nostro impegno politico si è sempre realizzato e svolto nel solo e unico interesse del sistema territoriale della città e della provincia di Crotone, e le nostre scelte sono sempre state compiute solo soltanto e unicamente nell’interesse della nostra comunità e non, invece, per salvaguardare egoismi personali sui quali non si possono costruire progettualità politiche e nemmeno il presente e il futuro della nostra realtà.

Chiariamo, ancora una volta per tutti quelli che fanno finta di non sentire, che mai potremmo sposare il progetto politico targato Enzo Voce, un progetto che ha già drammaticamente segnato il fallimento della sua esperienza amministrativa al Comune di Crotone.

Un’alternativa a Voce può essere sostenuta se il progetto amministrativo viene condiviso qui e sul territorio e non fuori e lontano dalla città e dalla nostra provincia.

On. Enzo Sculco

Responsabile regionale organizzazione UdC

Leader de I DemoKRatici