Riceviamo e pubblichiamo

 

“Un partito moderato che lancerà una nuova classe dirigente per il governo del territorio”

 

 

Crotone, 23.02.2022 – Noi con l’Italia, dopo le regionali calabresi, si organizza sul territorio e coi coordinatori provinciali punta a costruire un partito di centrodestra liberale e riformista. Oreste Gualtieri, vicepresidente di Federfarma Crotone, ha accettato la sfida e da qualche giorno è il neo coordinatore provinciale di Crotone. “Non è mia intenzione giocare in prima persona, il mio compito è quello di selezionare una nuova e giovane classe dirigente che si formi e che soprattutto con competenza assuma ruoli amministrativi sul nostro territorio, perché è di questo che la Calabria e Crotone in particolare hanno bisogno” ha affermato Gualtieri nella sua prima uscita da responsabile provinciale. Gualtieri avrà il compito di nominare i coordinatori cittadini nelle principali municipalità della provincia, a cominciare dal comune capoluogo, dove ha già individuato la persona in grado di dare linfa a Noi con l’Italia: è Pisano Pagliaroli, già consigliere comunale di Crotone, tra le nuove leve della politica cittadina, impegnato da tempo nel campo moderato. “Con Pisano e gli altri membri che presto contribuiranno a farci radicare in questo territorio sappiamo su cosa puntare e cosa proporre ai cittadini – ha aggiunto il coordinatore provinciale – fuori dagli equivoci e dal politichese diciamo subito che per smaltire, riciclare e riutilizzare i rifiuti prodotti non possiamo fare a meno della tecnologia. C’è bisogno anche in questo territorio di un termovalorizzatore di ultima generazione in grado di tenere pulite le città e nello stesso tempo di diminuire la bolletta energetica pubblica, soprattutto in questo momento delicatissimo per l’economia italiana. Siamo anche per l’abolizione del numero chiuso per le facoltà di medicina e scienze infermieristiche. L’Italia e la Calabria hanno bisogno di medici e operatori sanitari in grado di rispondere alle esigenze del territorio. Il partito di Crotone si impegnerà anche sulle circoscrizioni estere. Saremo molto attivi in Brasile – conferma Oreste Gualtieri – con l’USEI che lavora in tutto il Sudamerica per i diritti delle comunità italiane. Insieme a Maurizio Lupi e al deputato Eugenio Sangregorio stiamo definendo i dettagli di questa nuova avventura”.  “E per il sud – rilancia Pagliaroli – dobbiamo spingere per la creazione di aree fiscali di vantaggio in attività di alto valore aggiunto; solo così creeremo opportunità di lavoro”. Sulla giustizia Noi con l’Italia dice sì ai referendum, perché c’è bisogno di riequilibrare i poteri su cui fonda una democrazia. Per esempio, mantenere il reato di abuso d’ufficio per gli amministratori significa bloccare ogni deliberazione della classe politica locale. “Le nostre sono scelte di buon senso, ed è su questi temi che ci confronteremo con forze politiche e società attiva. Il cambio di passo – conclude Gualtieri – avverrà solo se ci determineremo, senza aspettare che altri, da altri posti e territori, decidano per noi”.