La protesta si allarga. Questa mattina in piazza della Resistenza infatti, a manifestare ed a protestare non ci sono soltanto gli ex addetti al verde pubblico, bensì invece e non a caso, una rappresentanza più corposa di lavoratori Akrea. Cercano risposte e possibilmente garanzie.

Si lamenta infatti la grande confusione che regnerebbe in seno all’azienda, che inoltre, come se non bastasse, avanza ancora dei crediti da parte del Comune di Crotone. Penalizzante incertezza soprattutto economica che riguarderebbe anche la raccolta differenziata, la mancanza di mezzi adeguati e soprattutto il futuro di Akrea, sempre più “misterioso” e precario.

Si attende un segnale da parte dell’amministrazione comunale, che per il momento però, tarda ad arrivare. Se i lavoratori di Akrea continueranno ad essere lasciati “soli”, potrebbero anche decidere di iniziare a scioperare.